Le donne protagoniste in patria nella seconda guerra mondiale

Rosie e le americane in guerra a Passato E Presente

donneNel dicembre 1941 gli Stati Uniti entrano in guerra e danno inizio a un imponente piano di riconversione industriale con l’obiettivo di trasformare la produzione civile in produzione bellica. Molti uomini sono al fronte a combattere e tocca a milioni di donne americane entrare nelle fabbriche e nei cantieri come operaie, saldatrici, meccaniche, tecniche specializzate. Un nuovo ruolo delle donne che la professoressa Silvia Cassamagnaghi racconta con Paolo Mieli a Passato e Presente , il programma di Rai Cultura in onda oggi alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia.

Una nuova donna

Il nuovo modello femminile americano è Rosie the riveter , protagonista di una canzoncina dell’epoca e poi ritratta in diversi manifesti: una ragazza carina, ma anche forte e determinata, che va in fabbrica al posto del suo fidanzato Charlie, impegnato in guerra con i marines.

Le donne entrano nell’Esercito, nella Marina e nell’Aeronautica come segretarie, dattilografe, addette alle comunicazioni, autiste. Ma molte di loro sono occupate anche in mansioni più specialistiche, come dirigere il traffico aereo, tracciare le rotte, seguire i radar. Una massiccia campagna mediatica sostiene e incoraggia il fenomeno.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .