Save The Date Ospite Bobo Rondelli

Presenta il suo nuovo tour Anime storte

Save The Date Da ragazzo mi trovai a Palermo, e mi colpì la scritta sul frontone del Teatro Massimo: ‘L’arte rinnova i popoli e ne rivela la vita. Vano delle scene il diletto ove non miri a preparar l’avvenire’. Oggi nella canzone si tende molto a creare l’evasione, per continuare a non pensare abbassando il livello delle emozioni. Invece, emozioni e compassione sono necessarie per vivere in una società civile”. Il cantautore livornese Bobo Rondelli racconta così la propria visione del rapporto tra arte e società a Save The Date , il magazine di Rai Cultura in onda oggi alle 15.30 su Rai5.

Oltre a proporre le proprie riflessioni, Rondelli, presenta il suo nuovo tour Anime storte e introduce gli appuntamenti della settimana culturale italiana, tra i quali quello con  un classico della commedia napoletana firmato da Eduardo De Filippo: “ Filumena Marturano ”, rivisitato dalla regista Liliana Cavani. Protagonisti dell’intreccio gli attori Geppi Gleijeses, allievo prediletto di De Filippo, e Mariangela D’Abbraccio, che con lui ha iniziato la carriera.

Per la lirica, fino al 18 gennaio al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino è in scena la Carmen di Georges Bizet, reinterpretata dal regista Leo Muscato. Il regista Leo Muscato racconta le sue scelte stilistiche: l’ambientazione della storia in un campo rom e la decisione nel finale dell’opera di non far morire l’eroina bensì Don Josè. Un inno contro il femminicidio, nelle intenzioni del regista, che fa discutere pubblico e critica

L’amore

L’amore – commenta Rondelli a Save The Date  –  è alla base del fare artigianato: io sono un raccatta storie, qualcosa di vicino all’artigiano. Amare, come arteggiare, è un verbo che tende all’infinito, per sempre. Ma oggi ci sono molte persone che si atteggiano ad arteggiare perché è diventato facile, potendoselo permettere, cominciare a cantare o a dipingere. Secondo me, se non si hanno dolore e gioia da raccontare, non si arriva a nessuno. Chi fa il mio mestiere è come un malato di mente: buttarsi sul palco, esporsi è una malattia”.

La regista Veronica Cruciani, invece, racconta a Save The Date lo spettacolo teatrale “ Das Kaffehaus ”, ideato da Rainer Werner Fassbinder sulla base della commedia settecentescaLa bottega del caffè ” di Carlo Goldoni. In scena, gli attori della Compagnia del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

Alla Fabbrica del Vapore di Milano, infine, è in corso fino al 4 aprile la mostra Revolution. Records and Rebels 1966-1970. Dai Beatles a Woodstock. Una mostra sulle storie, i protagonisti e gli oggetti di quel breve ma intensissimo quadriennio. A “ Save The Date ”, il critico musicale Alberto Tonti e la giornalista e storica della moda Clara Tosi Pamphili.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .