La Storia di Pechino e le donne Samurai

Ad a.C.d.C. su Rai Storia il profilo della guerriera Takeko Nakano

Pechino Situata alla periferia della Cina antica, Pechino sarebbe potuta rimanere una insignificante città di provincia. Solo grazie alla visione di alcuni uomini, che si resero conto del suo valore strategico, venne, invece, edificata come una grande capitale. Da allora molti degli eventi più significativi della storia cinese hanno avuto luogo a Pechino .

Le tappe fondamentali dell’evoluzione della capitale cinese, dalla costruzione al raggiungimento dell’attuale leadership mondiale, sono al centro della serie in tre puntate dal titoloPechino – Il centro dell’universo ”, in onda questa sera alle 21.10 su Rai Storia per il ciclo “ a.C.d.C. ” con l’introduzione del professor Alessandro Barbero. Nel primo episodio, si scopre come fu disegnata la città, secondo la visione cinese del cosmo.

La Pechino imperiale fu progettata, infatti, in base ai principi del feng shui – l’equilibrio perfetto tra yin e yang – che si credeva avrebbe assicurato pace e prosperità all’Impero.

E poi Takeko Nakano

Alle 22.10, invece, ” a.C.d.C. ” propone “ Le guerriere samurai ” con la vera storia di Takeko Nakano, che a metà del XIX secolo combatté per la sopravvivenza del suo clan, in uno scontro che segnò il tramonto dell’epoca dei Samurai in Giappone. Sebbene nell’antico Giappone onore e gloria fossero riservati ai soli uomini, Takeko Nakano non solo era una guerriera donna ma fu affiancata da molte altre guerriere, il cui sacrificio e la cui dedizione restano una pagina di storia del sol levante pressoché dimenticata. Il documentario fa rivivere l’iniziazione alle arti marziali di Takeko e la lotta delle donne samurai per l’indipendenza.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .