Italo Balbo Il fascista scomodo

A Rai3 in Passato e Presente

Italo Balbo Italo Balbo , classe 1896, originario di Quartesana, in provincia di Ferrara, agli inizi degli anni ’20 aderisce al fascismo e diventa un sostenitore dello squadrismo e dell’olio di ricino. A Milano conosce Mussolini e conquista la sua fiducia, al punto da essere nominato quadrumviro della Marcia su Roma e membro del Gran Consiglio del Fascismo. Presto, però, la fiducia del Duce si tramuta in timore a causa della personalità ingombrante ed esuberante di Balbo.

A Passato e Presente , il programma di Rai Cultura in onda mercoledì 10 gennaio alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia Paolo Mieli e il professor Mauro Canali ripercorrono la tumultuosa parabola della vita di Italo Balbo dal 1923, quando viene indicato  da “ La Voce repubblicana ” come il mandante dell’omicidio di don Minzoni, ed è costretto a dimettersi da Comandante della Milizia, passando per le celebri trasvolate atlantiche, fino alla nomina a Governatore della Libia, con la quale Mussolini allontana da Roma un gerarca diventato troppo celebre.

La Libia

In Libia, Italo Balbo si occupa di politiche inclusive nei confronti degli arabi, libera i prigionieri dai campi di concentramento, fa arrivare i coloni italiani, valorizza i siti archeologici come Leptis Magna e fa costruire la Litoranea che collega l’Egitto alla Tunisia: la via Balbea.

Contrario alle leggi razziali e all’alleanza con la Germania, quando l’Italia entra in guerra Italo Balbo rientra nei ranghi e si prepara a fronteggiare gli Inglesi. Pochi giorni dopo l’inizio del conflitto, il 28 giugno del 1940 l’aereo su cui si trova Balbo viene abbattuto dalla contraerea italiana per una serie di tragici errori. Con la morte Italo Balbo entra in un cono d’ombra e, dopo essere stato sepolto in Libia, fa ritorno a Orbetello, dove tutto è cominciato, insieme ai suoi Atlantici.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .