Gli ultimi giorni del Che

De sus querida precencias su Rai Storia

CheLa guerriglia condotta da Ernesto Guevara, il Che , in Bolivia ha lasciato tracce della sua personalità che vanno ben oltre il mito. Lo racconta il documentario De sus queridas presencias – Gli ultimi giorni del Che , in onda questa sera alle 22.10 su Rai Storia.

Nel bel mezzo della Guerra Fredda e del confronto tra URSS e Cina, il Che , uno dei più alti dirigenti della rivoluzione cubana, sceglie di non farsi legare dal dogma politico, rompe gli schemi e prende pubblicamente posizioni scomode al regime, soprattutto in campo economico. In Algeria accusa i paesi socialisti più sviluppati di “essersi fatti complici dello sfruttamento imperialista”. Nel 1965 guida una missione fallita in Congo, che sarà l’anticipazione della sua spedizione in Bolivia.

Dopo il Congo, Cuba e poi la Bolivia

Dopo essere partito dal Congo, effettua una breve sosta in Tanzania e a Praga, poi rientra a Cuba in incognito. Lì si addestra insieme ad un gruppo di internazionalisti cubani che lo accompagneranno nella nuova destinazione: la Bolivia. Vari resoconti dei principali protagonisti entrano nel dettaglio dei rapporti tra il Che e la guerriglia e il Partito Comunista boliviano.

Nel sud est del Paese latinoamericano, nel corso di 8 mesi, l’esercito e la guerriglia saranno protagonisti di una lotta mortale in un territorio ostile. La popolazione civile sarà testimone impotente dei fatti, solidarizzando a volte con i guerriglieri a volte con l’esercito. Nell’ottobre del 1967 la guerriglia arriva alla sua tragica conclusione: il Che con due suoi compagni saranno assassinati in una scuola di uno sconosciuto pueblo boliviano chiamato La Higuera. Il docufilm è stato girato nei luoghi dove si sono svolti i fatti e propone anche testimonianze inedite registrate in Argentina, Perù, Bolivia e Cuba.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .