Mary and the Witch’s Flower Il primo film dello studio nato da una costola di Miyazaki

Studio Ponoc, nato da ex allievi dello studio Ghibli, nel 2018 si lancerà con il suo primo lungometraggio

MiyazakiNell’attesa che il grande Hayao Miyazaki torni a dirigere un film dopo il suo ritorno dal ritiro dalla scene, c’è un progetto legato al cinema d’animazione giapponese da segnare sul calendario. Si tratta di Mary and the Witch’s Flower (Mary to Majo no Hana in originale) diretto da Hiromasa Yonebayashi e prodotto dallo Studio Ponoc.

Lo Studio Ponoc viene fondato nell’aprile 2015 da Yoshiaki Nishimura e Hiromasa Yonebayashi (Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento), entrambi formidabili collaboratori presso Studio Ghibli. I due avevano lasciato alla fine del 2014, dopo aver terminato la produzione del lungometraggio Quando c’era Marnie, portando con sé numerosi animatori dello Studio. Il nome dello studio deriva dalla parola serbo-croata per “mezzanotte”, a significare “il momento in cui un giorno finisce e un altro comincia”, un nuovo progetto è finito e ora ne inizia uno nuovo.

Un romanzo inglese

Dietro al film c’è la letteratura inglese per ragazzi, ovvero il delicato romanzo di formazione scritto da Mary Stewart negli anni settanta, La piccola scopa. Questa la trama di Mary and the Witch’s Flower: l’estate di Mary viene sconvolta dal ritrovamento di un fiore misterioso. La ragazzina rimpiangerà la routine quotidiana e le fastidiose attenzioni della prozia Charlotte, quando un vecchio manico di scopa la catapulterà tra le nuvole, davanti all’uscio della prestigiosa scuola di magia Endor College, diretta da Madama Mumblechook e dal brillante Dottor Dee. Una piccola bugia di Mary però scatenerà eventi terribili, ai quali solo la bambina potrà porre rimedio.

Il film uscirà negli Stati Uniti il 18 gennaio, e a prestare le cosi ai personaggi principali troveremo grandi nomi come Kate Winslet e Jim Broadbent. In Giappone, dove è uscito già, ha incassato quasi 29 milioni.  In Italia invece arriverà più tardi, il 5 marzo 2018. Per ora ci accontentiamo del trailer internazionale.

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/Cm0YYNgNr7A” frameborder=”0″ gesture=”media” allow=”encrypted-media” allowfullscreen></iframe>

 


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .