I verbali inediti di Luigi Federzoni

Rai Storia L’ultima notte del Regime

FederzoniDue documenti inediti rinvenuti tra le carte del gerarca fascista Luigi Federzoni, due verbali di eccezionale importanza che gettano una nuova luce sull’ultima seduta del Gran Consiglio e sul comportamento dei gerarchi responsabili della caduta di Mussolini, nella notte tra il 24 e il 25 luglio 1943. Ritrovate e acquisite dalla Direzione Generale degli Archivi quelle carte sono al centro del doc di Sabrina Sgueglia della Marra con la Stefano Chimisso Il Verbale Federzoni , con l’intervento del professor Emilio Gentile, che Rai Cultura propone questa sera alle 21.40 su Rai Storia.

Il primo documento, di nove pagine scritte a matita, è costituito dagli appunti che Federzoni prese nel corso delle discussioni. Il secondo, di 22 pagine, compilato probabilmente il giorno successivo, riporta gli interventi dei gerarchi in modo più esteso e particolareggiato. Ma Federzoni aveva già dato la sua versione dei fatti: nel 1967, in appendice ad un suo libro di memorie, “Italia di ieri per la storia di domani”, aveva pubblicato un lungo resoconto della riunione di 41 pagine a stampa. Il contenuto dei documenti appena riemersi, però, rimette tutto in discussione.

Un solo dato certo

L’unico dato a restare certo è che il 25 luglio si chiude la storia del regime fascista. Ma ciò che è accaduto quella notte è una storia ancora tutta da scrivere. Dell’ultima seduta del Gran Consiglio, finora, abbiamo potuto leggere solo resoconti e libri di memorie pubblicati dai gerarchi negli anni successivi. Mussolini ordina che la riunione si svolga come una sorta di comitato segreto: la stampa non dà notizia della sua convocazione, non esistono documenti filmati o fotografici né un verbale ufficiale, perché il duce vieta la presenza di stenografi. Eppure, oggi, dopo più di settant’anni, abbiamo le prove che durante quella riunione almeno un verbale è stato scritto.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .