Artemisia Gentileschi Prezzo record per un’ opera recentemente scoperta

L’autoritratto come Santa Caterina battuto all’asta per oltre 2milioni 360mila euro

Artemisia Gentileschi Un nuovo record mondiale per un’ opera di Artemisia Gentileschi, è l’autoritratto come Santa Caterina  d’Alessandria venduto il 19 dicembre, a Parigi dalla casa d’aste Drouot per 2.360.600 euro, contro una stima compresa tra i 300.000 ed i 400.000 euro.

Si tratta di un’ opera recentemente riscoperta dal banditore Christophe Joron Derem che ne ha anche orchestrato la vendita, riportando così sotto la luce dei riflettori, la vicenda di una personalità straordinaria nella storia dell’arte. Artemisia Gentileschi fu una grande artista, prima di tutto, e prima ancora di essere elevata in epoca contemporanea a simbolo delle rivendicazioni femminili, tra gli artisti italiani del XVII secolo, seconda per notorietà solo a Caravaggio.

La violenza subita

Tutto parte da una ben nota vicenda dolorosa, la violenza subita dal collaboratore del padre (anch’esso pittore), Agostino Tassi, e poi il processo e la scelta di vivere della sua arte, in un’epoca – siamo nel XVII – che alle donne nulla permetteva, né consentiva. La condizione di donna stuprata come fattore che  attraversa l’opera complessiva di Artemisia Gentileschi. E la condivisione del dolore delle donne, torna nella scelta di ritrarre se stessa nelle vesti della martire Santa Caterina con la quale condivise un destino difficile. Quella appena venduta a Parigi, assicurano gli esperti, sarebbe contemporanea di un’altra Santa Caterina d’Alessandria dipinta dalla Gentileschi, quella realizzata a Firenze intorno al 1614-16, e conservata agli Uffizi.

L’autoritratto come Santa Caterina, che sino ad oggi è appartenuto ad una sola famiglia francese ed è ben conservato, è solo l’ultimo tra i dipinti recentemente riscoperti di  Artemisia Gentileschi , tra cui figura una Maddalena in Estasi, anch’esso trovato in Francia e venduto da Sotheby’s Paris nel 2014 per circa 1milione 200mila euro, il precedente record dell’artista. Nella Santa Caterina l’artista si mostra a mezzo busto, afferrando la fronda di palma (simbolo del martirio) mentre si tiene ferma la ruota dentata con la quale la santa fu torturata. La sua posa è simile a quella del suo autoritratto come suonatore di liuto, recentemente acquisito dal Wadsworth Athenaeum di Hartford, nel Connecticut.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .