Goethe a Rai Storia

Travelogue Destinazione Italia

GoetheSe tra Seicento e prima metà del Settecento, il Grand Tour d’Italia si spingeva solo poco oltre Napoli, in epoca più avanzata i viaggiatori stranieri nella penisola italiana si spinsero ancora più a sud, verso il Mezzogiorno. La Sicilia e la Magna GreciaPalermo e Segesta in special modo – divennero così meta imperdibile dei “ grand touristi ” che per primi narrarono nei propri diari di viaggiatori le bellezze naturali e storiche di quei luoghi e contribuirono a scrivere il mito della Sicilia che ancora oggi resta noto in tutto il mondo. “ Travelogue. Destinazione Italia ”, in onda questa sera alle 21.10 su Rai Storia, racconta questa epoca attraverso gli occhi di uno dei più noti viaggiatori di tutti i tempi: il pensatore e scrittore tedesco Johann Wolfgang von Goethe , che nel 1787 venne in Italia a “ cercare ” la vaneggiata Arcadia del Neoclassicismo e ritenne di trovarla proprio in Sicilia.

Tobias Jones

Lo scrittore britannico Tobias Jones, attraverso le pagine del Travelogue e delle opere letterarie del pensatore tedesco in generale, segue le sue tracce a Palermo e dintorni sul finire del 1700: dall’area di Ballarò, dove Goethe svolse la sua personale ricerca sul Conte di Cagliostro, al Teatro Politeama, da Villa Palagonia (la Villa dei Mostri) al Palazzo dei Normanni, dall’Orto Botanico al Santuario di Santa Rosalia fino al Tempio di Segesta.

I dolori del Giovane Werther

La quarta e ultima puntata di “ Travelogue. Destinazione Italia ” si concluderà là dove è iniziata la prima: al Cimitero Acattolico di Roma, dove sono sepolti il figlio di Goethe e il figlio di quella giovane Lotte cui Goethe dedicò, in giovinezza, il suo romanzo “ I dolori del Giovane Werther ”.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .