Star Wars La febbre è già finita?

Se ne parla poco, quasi quasi si nasconde, che sta succedendo a Star Wars Ep. 8 Gli ultimi Jedi?

Star WarsC’è stato un cambiamento nella forza. Circa due anni la forza si è risvegliata, è stata potente, ci ha ricordato del glorioso passato, eravamo tutti pronti ed emozionati. Oggi siamo rimasti gli ultimi Jedi e qualcosa inizia a stridere. Potremmo riassumere così i primi due capitoli della nuova saga di Star Wars .

Il battage pubblicitario è stato meno intenso, le chiacchiere pure, i posti da prenotare con anticipo stavolta non si sono visti e a dirla tutta, le sale sembrano mezze vuote sia alla prima che il giorno dopo. E’ tutto insolito per essere uno Star Wars . Sono entrato in sala con molta insicurezza ieri sera, come se continuassi a chiedermi “Ma non è che ho sbagliato sala, giorno, film?”. Non è che la grande febbre di Star Wars è già scemata e forse finita?

D’accordo, siamo di fronte a un episodio di mezzo, non è il primo che riapre le danze e non è l’ultimo che le concluderà dandoci tutte le risposte, la classica sindrome del figlio di mezzo. Ma stiamo parlando di Star Wars . Stiamo parlando di una saga il cui primo “figlio di mezzo” fu L’Impero colpisce ancora, di gran lunga il migliore di tutti gli 8+1 ad oggi. Stiamo parlando di una saga che ha riaperto lasciandoci tanti dubbi irrisolti, tanti personaggi che volevamo approfondire, tantissima carne al fuoco … eppure. Eppure il film sta scivolando via come la pioggia invernale.

Questo però non vuol dire che il film sia brutto. Giusto? Se la gente non accorre subito in sala di sicuro non lo fa sapendo già che si tratta di un capitolo evitabile. E’ impossibile. Ed infatti non è così, il film è buono e dopo entrerò più nel merito, gli incassi ci sono lo stesso ma è tutto meno. Meno per essere quello che è. Dove sono le discussioni interminabili, i mille post sui social, la pubblicità ovunque, la sensazione di trovarci di fronte a qualcosa di storico?

Star WarsE la Disney ?

Nemmeno Disney, la nuova padrona della Lucas Film e quindi di Star Wars era pienamente convinta di questo capitolo. Katherine Kennedy, la mega CEO, aveva avuto dei ripensamenti dopo la prima proiezione a un pubblico selezionato. Ora invece sposa alla perfezione la concezione e l’idea visionaria di Rian Johnson che pare dirigerà anche il prossimo e ultimo capitolo. Eppure quel momento di debolezza, nella forza, c’è stato e lo abbiamo percepito tutti.

Così quando ci approcciamo alla visione del nuovo Star Wars non abbiamo il solito mood, il solito entusiasmo che ci ha sempre accompagnati. Questi film non sono mai stati dei capolavori e avevano bisogno di tutto l’aiuto esterno possibile. Ma stavolta non è successo e potrebbe essere l’inizio della fine.

Star WarsManca però qualcosa

I mega produttori già parlano di nuova trilogia, di spin off ma la gente è tiepida. Rey e la sua cazzutaggine (permettetemelo, la adoro) stavolta non attecchiscono. Kylo Ren è cattivissimo ma non scompone. Torna Luke, salutiamo forse Leila (dato che l’attrice, Carrie Fisher, è morta dopo le riprese) ma quasi facciamo spallucce. Ci sono almeno 4-5 momenti esteticamente bellissimi, e sequenze spettacolari a cui però manca quel cuore e quella sacralità che nel tempo hanno trasformato la saga in qualcosa di più di quattro scemi che si menano con le spade colorate. Ci sono anche alcuni svolgimenti nella trama molto interessanti, in linea con il passato e la tradizione ma, manca sempre qualcosa.

E’ diventato un film action qualunque. Il primo, dicono certi, era un brutto remake scialbo con le mummie. Questo però non è Star Wars, come già Rogue One sembra un qualcosa che assomiglia a Star Wars, uno Star Wars dietro a una superficie opaca, increspata. C’è stato un cambiamento nella forza, lo abbiamo percepito tutti. Ora abbiamo bisogno di una nuova speranza.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .