La top 10 cinema 2017 di Stravizzi

La speciale classifica dei migliori film dell’anno del nostro critico Luca Fallati

top 10Mancano ancora 2 settimane alla fine di questo 2017 filmico (e non), ma è giunta l’ora di tirare le somme con una speciale top 10 sui migliori film usciti nelle sale italiane dal primo gennaio ad oggi. Visto che tutte le riviste lo stanno facendo già da ora, noi di Stravizzi non volevamo essere da meno. Il nostro Luca Fallati ci propone la sua personalissima classifica, stilata tralasciando, a malincuore, due titoli che devono ancora uscire come La ruota delle meraviglie di Woody Allen e Star Wars ep. 8. Riusciranno a entrare nella top 10 a giochi fatti? Ce lo farà sapere.

Top 10 Film 2017

10 Borg VS McEnroe

Il vincitore della Festa del cinema di Roma entra di diritto nella top 10 dei migliori film. Un’opera vibrante che vive del dualismo di due anime e due sportivi così diversi e complessi eppure così simili e ammiratori uno dell’altro. Janus Metz Pedersen ha creato un titolo che va ben oltre gli appassionati di sport, grazie a una strepitosa regia, ed ad un ancora più riuscito montaggio, sia quando deve farsi concitato durante i match, sia quando deve alternare le due storie, tra flashback e ricordi.

9 La La Land

Il mio vincitore agli Oscar 2017 e il vero vincitore se non fosse che Moonlight era lo specchietto per le allodole per una cerimonia spesso tacciata di essere razzista o discriminante. Un musical meraviglioso con musiche e coreografie perfette. Un omaggio ai grandi musical del passato ma anche un film capace di reggersi sulle proprie gambe. Non regala happy ending facili ma è un turbinio di emozioni, non sempre positive. Chazelle coglie nel segno denotando un talento sopra le media di Hollywood.

8 Okja

Vi sfido a farvi un panino con affettati vari dopo averlo visto. Un film positivo, ecologista, animalista, una storia tipicamente asiatica che colpisce al cuore chiunque. Au hasard Balthazar versione 2017. E’ come un grande cartone animato trasportato in live action.

7 Jim & Andy

Documentario Netflix uscito da poco che racconta il dietro le quinte di Man on the moon, il film di Milos Forman nel quale Jim Carrey interpretò il grandissimo comico Andy Kaufman. E’ un’esperienza surreale. Ci fa capire a quale lavoro psicologico si sia sottoposto Carrey per questo ruolo. Ma soprattutto è un insieme di ricordi e immagini su uno dei più grandi comici di sempre e il suo degno erede. Toccante e divertente, un perla.

6 Kong: Skull Island

Immaginatevi Apocalypse Now con un gorilla alto 20 metri che spacca qualsiasi cosa. Ecco Skull island il meraviglioso film di Jordan Vogt-Roberts. Dalla colonna sonora,a gli effetti speciali, alla fotografia passando per la regia, non c’è un singolo elemento fuori posto in questo rutilante action che spazza via tutti i suoi simili usciti negli ultimi 5 anni. Speriamo sia l’inizio di una inversione di tendenza e soprattutto il primo capitolo che porterà allo sconto con Godzilla.

5 Ex Libris: New York Public Library

Frederick Wiseman potrebbe raccontarci per 3 ore come funziona una fabbrica di lavatrici e saremmo comunque ammaliati dalle immagini, dal racconto. I documentari di Wiseman sono delle perle di rara bellezza. Sanno incantare e al contempo insegnare. Wiseman ha elevato il genere già nobile del documentario a una sfera ancora più alta.

4 Detroit

In una America sempre più divisa, Kathryn Bigelow ci porta nel cuore di una rivolta e in una delle città più povere e arrabbiate. Un film teso, nervoso, estenuante per la tensione continua che lo pervade. E’ come essere seduti su una bomba che sappiamo esploderà da un momento all’altro. Questa è l’America di Trump, questo è grandissimo cinema.

3 The Square

Trionfatore degli EFA 2017 e di Cannes. Una satira dell’arte contemporanea affilata come una lama, con una forza spesso lacerante, di essere eversiva nei confronti delle ipocrisie dei benestanti benpensanti.

2 mother!

Un film forte, evocativo, esteticamente ruvido e volutamente imperfetto, fatto di idiosincrasie, primi piani asfissianti, un incubo allegorico che lascia lo spettatore scosso, senza appigli e con il respiro corto ma anche ricco negli occhi e nella mente, per un prodotto non banale, forse semplicistico e spettacolarizzato ma affascinante e intrigante.

1 Twin Peaks

Non è un film direte voi, è una serie tv. Ma non è neanche quello. E’ una esperienza di 18 ore, che ha saputo scardinare le regole e i dettami della tv ma dello stesso media cinema. Esiste un mondo dell’arte prima e dopo Twin Peaks – The return. D’ora in poi tutti dovranno confrontarsi con questa opera indecifrabile, meravigliosa, sfaccettata di David Lynch. Merita una classifica a parte, merita una prima posizione in qualsiasi classifica, merita di essere studiata e di essere vissuta. Questa è la Storia, e forse neanche ce ne siamo accorti.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .