Il film su Freddy Mercury si ferma licenziato il regista Singer

Bryan Singer è stato allontanato dal set dopo alcuni duri scontri con l’attore Rami Malek

freddy mercuryShow must go on avrebbe detto Freddy Mercury ma al momento il film sul frontman dei Queen deve fermarsi. Bohemian Rapsody , così si chiamerà il biopic su Mercury, ha visto la sua produzione subire una interruzione forzata dopo alcuni dissidi avvenuti sul set. Il regista Bryan Singer infatti è stato licenziato, così ha comunicato la 20th Century Fox alla rivista online The Hollywood Reporter. “Bryan Singer non è più il regista di Bohemian Rhapsody”, ha dichiarato lo studio lunedì in una dichiarazione.

La decisione è stata presa a fronte del crescente malumore e scontro tra Singer e l’attore protagonista Rami Malek (mr. Robot) causati dal fatto che il regista fosse scomparso dal set per qualche giorno, rendendo così necessaria una pausa delle riprese del film a Londra. All’inizio sia Fox che la casa di produzione New regency avevano parlato di stop delle riprese per una “inaspettata disponibilità” del regista e poi di un piccolo malore.

La risposta del regista

Singer ha prontamente risposto alle accuse di poca professionalità lanciate dallo studio dicendo che non gli era stato permesso di visitare un suo parente fravemente malato. Non volevo altro che essere in grado di finire questo progetto e contribuire a onorare l’eredità di Freddie Mercury e dei Queen“, ha detto in una dichiarazione, “ma Fox non mi ha permesso di farlo perché avevo bisogno di mettere temporaneamente la mia salute, e la salute dei miei cari, in prima posizione“.

freddy mercuryQuesto ha causato molte assenze sul set del regista e al suo posto è subentrato il direttore della fotografia Newton Thomas Sigel. Questo clima di anarchia ha generato molto nervosismo con Tom Hollander, che nel film interpreta il manager della band, che ha minacciato di lasciare il set prima di essere stato convinto a rimanere e poi Rami Malek ha sbottato contro lo studios e Singer accusandoli di essere per nulla professionali.

Singer era stato avvertito, prima che la produzione fosse avviata, sia dal presidente e amministratore delegato della Fox Film, Stacey Snider, sia dal vice presidente della Fox Film e presidente della produzione Emma Watts, che non avrebbero tollerato alcun comportamento non professionale da parte sua. Un rappresentante della Directors Guild of America è arrivato sul set per monitorare la situazione.

L’escalation di nervosismo non ha mai raggiunto lo scontro fisico sul set ma Singer è arrivato a lanciare degli oggetti in direzione di Malek. Tuttavia dopo l’episodio le acque si erano calmate e i due si erano rappicificati. La tregua è durata poco. Singer dopo la pausa per il Giorno del ringraziamento non si era più visto per più di 10 giorni.

In una dichiarazione, Singer ha detto, “Le voci secondo cui la mia inaspettata dipartita dal film sarebbe stata scatenata da una disputa che ho avuto con Rami Malek non sono vere. Mentre, a volte, abbiamo avuto differenze creative sul set, Rami e io abbiamo messo le nostre differenze alle spalle e abbiamo continuato a lavorare sul film insieme fino a poco prima del Ringraziamento “.

Il film, che ha circa due settimane di riprese fatte, dovrebbe nominare un nuovo regista nei prossimi giorni.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .