Lineabianca Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi al debutto stagionale su Rai1

Ripartono con la prima puntata dalla Val Senales

Lineabianca Riparte Lineabianca , il programma settimanale di Rai1 dedicato al mondo della montagna. A capitanare la squadra ci sarà anche in questa edizione Massimiliano Ossini, da quattro anni alla conduzione della trasmissione, che continuerà a essere il narratore delle storie e delle tradizioni più interessanti ed affascinanti del territorio, con uno sguardo attento alla storia e alla scienza, perché il mondo delle neve non è solo divertimento e leggerezza, ma anche cultura e approfondimento. Al suo fianco, con l’ironia, la professionalità e l’esperienza che lo contraddistinguono, ci sarà immancabilmente Lino Zani, compagno di avventure e di sciate, sempre pronto alla battuta ma senza dimenticare mai la sicurezza e il rispetto delle regole.

Giulia Capocchi

Poi la new entry Giulia Capocchi, volto noto di Rai1, che aggiungerà sorriso e spigliatezza ai racconti dei luoghi e dei personaggi che incontrerà durante i viaggi di Lineabianca . A supportare la squadra ci saranno i consigli degli esperti di fiducia del programma. Mauro Mario Mariani anche quest’anno illustrerà i prodotti migliori del territorio con un occhio alla linea e al mangiar sano, dispensando suggerimenti e soluzioni nuove per tutto ciò che concerne la nutrizione. Roberto Bruni farà scoprire ai telespettatori l’agricoltura di montagna, sottolineando le tecniche per preservare le specificità e le unicità agricole delle terre che verranno visitate, con l’attenzione che un territorio straordinario come quello italiano merita.

Per diciannove puntate Lineabianca racconterà la vita di montagna, le storie e le esperienze delle persone che la vivono, il rispetto del territorio e il piacere di stare a contatto con la natura.

Prima puntata

La prima puntata della nuova stagione di Lineabianca , in onda a partire da oggi alle 14.00 su Rai1, è dedicata alla bellezza della Val Senales, in Trentino-Alto Adige. Un inizio di programma scoppiettante: si andrà indietro nel tempo, fino a 5000 anni fa, per raccontare la vita gli usi e i costumi di chi viveva in questa terra nell’era preistorica. Si parlerà della spiritualità che alcuni luoghi di questo territorio emanano, del valore del silenzio e del ritmo lento della vita. Non mancheranno gli approfondimenti sulle produzioni tipiche del territorio e sull’importanza delle dieta mediterranea anche in montagna.

Si andrà sulla vetta del Similaun, a 3600 metri, per illustrare lo splendore delle cime e per raccontare la storia del ritrovamento della mummia di Ötzi. Verranno aperte le porte del Castello Juval, la casa museo di Reinhold Messner, per entrare pienamente nel “mito della montagna”. Una cavalcata permetterà di stare a contatto con la natura e gli animali, la vera ricchezza del territorio. E poi le sciate, con i maestri e gli istruttori della Val Senales, il divertimento dell’apertura della stagione invernale e il piacere di vivere il mondo della neve.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .