Torino Film Festival I film da non perdere assolutamente

A breve sotto la mole antonelliana non si parlerà d’altro che di cinema, arrivate preparati

Torino Film FestivalE’ finalmente partita la 35esima edizione del Torino Film Festival , l’ultimo evento per gli amanti del cinema segnato sul calendario di quest’anno. 10 giorni di grandi anteprime, proiezioni speciali e retrospettive imperdibili per una selezione di film che ci terrà compagnia fino al 2 dicembre. Il TFF è da sempre un festival dedicato proprio a chi ama fortemente il cinema, lontano dai lustrini, dalle pallettes e dal colore tipicamente gossipparo di tanti altri festival. Qui si parla di cinema e con il freddo che fa in città, ci si trincera in sala per godere del buio e del calore del grande schermo.

Torino Film Festival: I film da vedere

Ma in questa edizione del Torino Film Festival, ricca come al solito di titoli, cosa bisogna assolutamente vedere? Partiamo dal passato. Nella locandina di questa 35esima edizione capeggia un gatto insieme all’attrice che forse ha avuto gli occhi più felini di tutte, Kim Novak. La donna che visse due volte è un capolavoro firmato da Hitchcock e di cui Kim è la protagonista ipnotica. In tanti hanno provato a imitare il maestro inglese e quello che più ha concentrato la sua carriera n questa sfida è stato Brian De Palma. Al regista italo americano è dedicata la retrospettiva di quest’anno con alcuni dei suoi migliori titoli. Si parte con Sisters, passando per Complesso di colpa, Vestito per uccidere, Femme Fatale e Omicidio a luci rosse.

Imperdibile e inedito in Italia è The Disaster Artist di James Franco una sorta di dietro le quinte e mini biopic del peggior regista, attore e produttore di tutti i tempi, Tommy Wiseau, uno che farebbe far fare bella figura anche a Ed Wood. Al centro della pellicola c’è la realizzazione del suo unico lungometraggio, The room, reperibile in Italia sono con sottotitoli.

Se vi piace la satira e farvi due risate con i mostri sacri della politica, non perdetevi Morto Stalin, se ne fa un altro di Armando Iannucci, autore di Veep. Una commedia funambolica piena di colpi di scena, incomprensioni e battute al vetriolo.

Torino Film FestivalSe vi piace il cinema scandinavo segnatevi  Seven Sisters, diretto dal norvegese Tommy Wirkola che abbiamo conosciuto per film come Hansel & Gretel – Cacciatori di streghe e Dead Snow horror trash con zombi nazisti assetati di sangue. Con Seven Sister si parla di fantascienza e c’è Noomi Rapace. E’ curioso e vale la pena vederlo.

In anteprima di qualche giorno rispetto al resto delle sale italiane, ci sarà il capitolo finale della trilogia di Sidney Sibilla Smetto quando voglia ad honorem. Scopriremo come andranno a finire le vicende della banda criminale dei ricercatori romani squattrinati. Riusciranno a battere il super nemico Luigi Lo Cascio?

Chiudiamo con Mary Shelley ovvero la storia d’amore tra la scrittrice del titolo e il poeta Percy Shelley. Questi spinse la giovane Mary a scrivere il suo lavoro più noto, Frankenstein. Nei panni della protagonista troviamo Elle Fanning. Infine L’ora più buia di Joe Wright, sulla fase decisiva della Seconda guerra mondiale in cui il neo primo ministro inglese Winston Chrurchill, interpretato da un formidabile e irriconoscibile Gary Oldman, decise di non cedere alle tante pressioni, anche interne, per una pace negoziata con i nazisti.

Vi bastano? Avete altri consigli? Ma soprattutto, ci andrete al Torino Film Festival quest’anno? Fateci sapere le vostre impressioni.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .