Kevin Spacey cancellato dal suo nuovo film dopo il caso molestie sessuali

Il nuovo film di Ridley Scott era già terminato ma saranno rigirate tutte le scene con Spacey, sostituito da Christopher Plummer

kevin spaceyLa bufera che ha investito Kevin Spacey non sembra avere fine. Dopo essere stato accusato di molestie sessuali da un giovane attore minorenne, avvenute 30 anni fa circa, la carriera del due volte premio Oscar sembra finita per sempre. Prima è stato scaricato dalla produzione di House of cards, la serie di Netflix, con il personaggio cult di Francis Underwood, eliminato per sempre, poi gli è stato tolto un premio alla carriera e ora tutte le scene girate nel film, bello che terminato e pronto a uscire in sala, Tutti i soldi del mondo, per la regia di Ridley Scott, saranno rifatte con il sostituto Christopher Plummer.

Prima che il film diventasse un flop

Una scelta obbligatoria ma molto discussa e controversa, fatta per evitare che il film si rivelasse un flop, fiutando un probabile boicottaggio da parte del pubblico. Il personaggio di Kevin Spacey era per giunta uno dei principali. Infatti la trama di Tutti i soldi del mondo racconta del celebre rapimento di Paul Ghetty, erede della ricchissima famiglia Ghetty, avvenuto in Italia nel 1973 e che coinvolse la ‘ndrangheta. Quando i rapitori chiesero i soldi per il riscatto al nonno, questi si rifiutò di pagare, fino a che non ricevette un pezzo di orecchio del nipote. Kevin Spacey avrebbe interpretato proprio il nonno. Ora tutte le sue scene saranno girate da Christopher Plummer.

Un bel dispendio extra di soldi, non trovate? Eppure questa mossa per salvare il film, ha attirato su di se una nuova serie di critiche. Insomma, Tutti i soldi del mondo non sembra solo il titolo ma anche l’obbiettivo dei produttori e del regista Scott, già troppo avvezzo ai flop recentemente, con produzioni ben più votate all’incasso, come Blade Runner 2049 (flop da 60 milioni) e Alien Covenant (che ha posto fine al reboot della saga).

La vicenda 

La vicenda Kevin Spacey e molestie sessuali, che sta prendendo contorni sempre più ridicoli, aggiunge un ulteriore tassello quindi. Recentemente era uscito un articolo su Repubblica, molto condiviso e commentato, che raccontava le notti di follie e orgie di Kevin Spacey, avvenute una decina di anni fa, a bordo di uno yacht al largo di Sorrento, con una decina di aitanti ragazzi. Tutti maggiorenni e consenzienti. Ma apriti cielo! Se lo fa un milionario o un uomo etero con tante belle modello, tutto è concesso, ma se lo fa un omosessuale, allora è ingiusto. La cosa non deve essere legata con le accuse di molestie, in quanto sono cose slegate.

Purtroppo il giornalismo scandalistico ci sguazza con storie di questo genere e soprattutto certi giornalisti (come Nick Pisa, la fonte dell’articolo, un “giornalista” che ha detto, nel documentario su Amanda Knox “Hey, se la gente mi dice una cosa, io la pubblico! Non ho il tempo di verificarla, altrimenti qualcuno mi ruba il pezzo“) non aspettano altro.

Il rischio ora per Kevin Spacey , carriera evidentemente finita e bruciata per sempre, è che possa commettere gesti estremi o che possa cadere in una grave depressione. Evidentemente, finchè non sarà punito duramente fino a gravi conseguenze, il popolo non sarà felice. E tutto per una avances….forse una molestia.

 


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .