Osama Bin Laden un criminale della storia che guardava Tom & Jerry

Consultabili i documenti sul sito dell’Intelligence Americano

Osama Bin Laden E così un giorno scoprimmo che gli eroi hanno un lato oscuro e che certi mostri conservano da qualche parte un fondo di tenerezza. Osservammo stupiti che la Hollywood dei buoni sentimenti e della positività trionfante è fatta da maniaci sessuali e che Osama Bin Laden apprezzava nientemeno che i video buffi dei gattini.

Niente di nuovo sotto il sole viene da dire, visto che anche Hitler amava il suo cane. Lo amava tanto da chiedere al suo medico di fiducia di testare proprio sul pastore tedesco Blondi le pillole di cianuro che gli sarebbero servite per il suicidio.

Osama Bin Laden svelato

La notizia di questi giorni è che la Cia ha reso pubblici un corposo numero di documenti rintracciati dai computer  di colui che è diventato l’incarnazione contemporanea del male: Osama Bin Laden.

470 mila file ritrovati dalla Cia nel covo di Abbottabad, in Pakistan, dopo l’irruzione dei Navy Seals che uccisero il leader di Al-Qaeda. Era il maggio del 2011, trattenendo i file ritenuti “sensibili” per la sicurezza nazionale, la Cia ha rilasciato molto materiale che  ci parlano di un Bin Laden terribilmente “normale”: i video dei gattini cui avevamo accennato, ma anche cartoni animati di Tom & Jerry, documentari del National Geographic ed altri che – vanità – raccontano proprio di lui, di Osama Bin Laden .

E soprattutto, ci sono gli stralci di un diario personale che racconta, tra l’altro, delle considerazioni di un ricco ragazzo qualsiasi in viaggio in Inghilterra. Ma guai a fermarsi alla superficie, guai a lasciarsi tentare dalla ricerca di una qualche normalità nei recessi dell’anima dei grandi criminali della storia. Non perché non vi sia normalità in essi, ma perché finiremmo per sentirli troppo uguali a noi. Ecco allora decine di migliaia di documenti: tra video, immagini, scritti dei discorsi di Osama Bin Laden , e della propaganda jihadista.

Materiali che, come quelli delle precedenti release, forniscono informazioni sulle origini degli screzi che esistono oggi tra Al-Qaeda e ISIS; così come i disaccordi strategici, dottrinali e religiosi all’interno di Al Qaeda e dei suoi alleati.

E ancora

I preparativi di Al-Qaeda per commemorare il decimo anniversario dell’11 settembre e i tentativi del gruppo di promulgare il proprio messaggio attraverso i media occidentali. E poi gli sforzi di Al-Qaeda per sfruttare la “Primavera araba” a suo vantaggio e quelli per una jihad globale ma pure gli sforzi di Osama Bin Laden per mantenere l’unità all’interno del gruppo e tra i suoi affiliati, nonostante i disaccordi in materia di tattica e dottrina e gli sforzi di Al-Qaeda per riabilitare la sua immagine.

Eh no, non più nulla di normale in questo, perché, come ci ricorda l’antica fiaba, lo scorpione continuerà a pungere la rana che l’ha appena traghettato sull’altra sponda del fiume.

I file rilasciati dalla Cia sono disponibili all’indirizzo:  https://www.cia.gov/news-information/cia-the-war-on-terrorism/usama-bin-ladin-operation


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .