Paolo Taviani e il suo Una questione privata

Nelle sale da due giorni dopo la presentazione alla Festa del Cinema di Roma

Taviani Dopo essere stato presentato in questi giorni alla Festa del Cinema di Roma, è uscito nelle sale il 1mo novembre  Una questione privata, dei Fratelli Taviani tratto dal capolavoro di Beppe Fenoglio, che racconta l’amicizia, l’amore di due amici, Milton ( Luca Marinelli) e Giorgio ( Lorenzo Richelmy) verso la stessa donna ( Valentina Bellè) e la gelosia che supera persino il dramma della guerra

Paolo Taviani «L’ho diretto da solo – racconta dispiaciuto – Vittorio è molto arrabbiato ma il fatto è che ci si invecchia e ci si ammala. Ci telefonavamo ogni giorno, gli mandavo i giornalieri da visionare e finivamo per litigare, e sbatterci il telefono in faccia,insomma tutto come sempre!»

Luca Marinelli «La cosa che ho trovato sorprendente del film – spiega – è che fa scoprire il lato umano che c’è in ognuno di noi. Fa capire a noi giovani  che l’importante è non assopirsi, e aver voglia di cambiare le cose. »

Paolo Taviani «Io e Vittorio eravamo degli orgogliosi balilla, pensavamo che Mussolini fosse un Dio e non capivamo perché papà non mettesse il cappello fascista. Poi, quando nostra madre ci portò da lui che da mesi era nascosto a San Gimignano presso un prete antifascista, ci raccontò di essere un partigiano e ci svelò tutta la bruttura del fascismo facendoci inorridire e cambiare. Oggi vedo tornare idee orribili, penso agli adesivi con Anna Frank o ai manifesti razzisti presi dalla Repubblica di Salò di Forza Nuova, e credo che sia tutta colpa dei genitori e della scuola, che evidentemente non  insegna nulla

Taviani Per Lorenzo Richelmy che  ha passato tre anni nei panni del leggendario Marco Polo per la serie kolossal omonima targata Netfix ed è anche nel cast di La ragazza nella nebbia: «E’ stato meraviglioso lavorare con dei maestri come i Taviani . Sono artigiani sapienti e trasmettono tutta la tranquillità dell’esperienza. Il primo giorno di set  mi hanno parlato del personaggio, abbiamo passeggiato, è stato davvero bello e nuovo per me.»

Riguardo a Una Questione Privata, libro che ha letto, confessa, per interpretare Giorgio:  «Ho trovato una dimensione eroica in questi giovani costretti a crescere in fretta, per me questo film è un inno all’umanità


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .