Halloween Perchè la zucca è il suo simbolo ?

Originariamente si usava la rapa al posto della zucca

Halloween E torna Halloween , la festa più inutile del calendario, la più disprezzata, ma tra le più amate dai bambini, i quali, notoriamente attratti dall’horror, quasi quasi la preferiscono al Carnevale. Sappiamo che Halloween è una festa che non appartiene alla nostra tradizione e che, come tante altre festività, giunge gradita giusto a pasticceri, supermercati… e rivenditori d’ortaggi. Già, perché non c’è Halloween senza una zucca intagliata e usata come lanterna, ma perché? E poi cosa vuol dire Halloween ? C’è una risposta per tutto.

 Halloween è la contrazione di “All Hallows-Even”, che può tradursi semplicemente come “la vigilia di tutti i santi”, in quanto all’uso della zucca, la leggenda, arriva direttamente dalla mitologia celtica ed è antica e affascinante, anche se i primi ortaggi ad essere intagliati per la ricorrenza erano rape, non zucche. E comunque dobbiamo tornare al vecchio racconto irlandese di Jack-O’-Lantern per trovare tracce di verdure intagliate.

La leggenda di Jack-O’-Lantern

Jack Stingy era proprio un tipaccio: avaro, cattivo e debosciato trascorreva il suo tempo a bere nelle taverne. Anche in una sera della vigilia di Ognissanti, aveva seguito la consuetudine. E’ una notte di luna piena, e lui beve quando Satana cerca di comprare la sua anima. Assetato o astuto, Jack accetta il patto, ma in cambio chiede un’ultima bevuta. Il diavolo si trasforma allora in una moneta per permettergli di pagare il conto, ma Jack afferra la moneta e la mette in tasca, accanto ad una croce d’argento. Come la tradizione vuole, il simbolo cristiano paralizza il diavolo che resta intrappolato. Jack Stingy per liberarlo chiede al prigioniero di lasciarlo in pace per dieci anni, il diavolo furioso ma obbligato ad accettare, torna all‘Inferno.

Halloween Trascorrono i dieci anni e Jack viene catturato dal demonio ai piedi di un albero di mele. Come ultimo desiderio, questa volta chiede una mela. Satana sale sull’albero per afferrare il frutto, mentre Jack traccia una croce sul tronco. Questa volta, il mondo sotterraneo dovrà lasciarlo tranquillo fino alla morte.

Ma una volta defunto, per Jack s’apre un nuovo problema. La sua vita dissoluta gli impedisce di raggiungere il Paradiso, ed anche il diavolo, ancora offeso dai torti subiti, rifiuta alla sua anima l’inferno. Condannato a vagare nella notte fino al giudizio universale, Jack ha con sè solo un pezzo di carbone ardente, per illuminare la sua strada. Infelice, pone le braci incandescenti in una rapa precedentemente scavata, in modo da costruire una lanterna. Da allora viene soprannominato “Jack con la Lantern“, in inglese “Jack-O’-Lantern“, e torna ogni anno per perseguitare i viventi il giorno prima di Tutti i Santi.

Per Halloween , gli irlandesi e gli scozzesi usavano scavare le rape scolpendovi facce per rendere omaggio alle anime maledette come quella di Jack Stingy. Quando, intorno in seguito alla grande carestia, intorno al 1840, gli irlandesi emigrarono in massa verso gli Stati Uniti, non trovarono molte rape disponibili, ripiegando sulle zucche, negli States molto coltivate. Nasce così la famosa zucca di Halloween , perfettamente  assimilata alla cultura americana, tanto che Jack-O’-Lantern è diventato un personaggio dei fumetti di casa Marvel.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .