Philip Roth Il film Indignazione tratto dal suo romanzo

Il film di James Schamus presentato al Sundance Festival esce in dvd e digitale

Philip Roth Il grande rammarico per tutti gli appassionati della scrittura di Philip Roth è la certezza  – miracoli a parte –  di non ritrovare in libreria una sua nuova opera. Sono ormai trascorsi 5 anni da quella dichiarazione che lasciò sgomenti milioni di fan: «Ho deciso che ho chiuso con la narrativa. Non voglio leggerla, non voglio scriverla, e non voglio nemmeno parlarne», diceva Philip Roth . Di lì a poco sarebbe andato a vivere in campagna. Menomale che c’è il cinema a tornare a proporci in nuove vesti, le opere del più grande autore americano del dopoguerra.

Così, dopo la bella trasposizione di Pastorale Americana realizzata nel 2016 da Ewan McGregor, questa volta tocca al 29mo e uno degli ultimi romanzi dell’autore Philip Roth L’Indignazione (2008, in Italia edito da Einaudi) a finire in pellicola, ma non sul grande schermo. Diretto e sceneggiato da James Schamus, con i giovani talenti Logan Lerman (Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo e Noi siamo infinito) e Sarah Gadon (presenza costante nella filmografia più recente di Cronenberg), il film sarà disponibile dall’8 novembre in DVD e sulle migliori digitali grazie a Videa.

Un libro particolare, ancora un ritorno per Philip Roth alla sua gioventù nella Newark degli anni ’50 prima di frequentare un piccolo college.  “Indignazione non è il più noto dei romanzi di Philip Roth , ma in qualche modo è una vera benedizione“, osserva Schamus,È più una pièce da camera che cattura un momento particolare della vita di un giovane.

La storia

E’ il 1951, gli States sono impegnati nella guerra ed anche nella cittadina di Newark, nel New Jersey, se ne sentono gli effetti. Dopo i funerali di un suo compagno di classe, caduto nel conflitto, il giovane e brillante ebreo Marcus Messner ottiene una borsa di studio per il Winesburg college. E’ l’occasione di emanciparsi,  dire presto addio a Newark e alla macelleria kosher di famiglia in cui lavorano i suoi. Pur non ammettendolo, il ragazzo non vede l’ora di andare via, di sfuggire all’ansia del padre che teme per il futuro del figlio.

Al Winesburg College, Marcus diventa presto uno studente modello, poco interessato alla vita sociale, rifiuta l’ingresso in una confraternita, si occupa della biblioteca.

Tutto cambia per Marcus quando una sera incontra Olivia Hutton. Le chiede di uscire, e prendendo in prestito la lussuosa automobile Sedan Touring LaSalle del 1939 la porta in un ristorante alla moda. L’imprevisto avviene durante il tragitto di rientro al campus, lei, affascinata dalla miscela di serietà accademica e ingenuità sociale di Marcus, lo seduce e lui ne resta disorientato e irretito, soprattutto quando lei deciderà di non volere più avere più niente a che fare con lui.

Philip Roth L’ossessione

Ma Marcus viene preso da una vera e propria ossessione per la ragazza, una sorta di tilt emozionale che lo fa litigare con i suoi compagni di stanza, lo allontana dalla famiglia e lo porta persino a disattendere le aspettative che il college ha su di lui. Così il giovane si trasferisce in una malandata camera singola, decisone che causa un conflitto con il Decano della sezione maschile di Winesburg, Caudwell, che incarna l’autorità, le regole e le tradizioni che Marcus ha finito per odiare. Marcus si lamenta per il modo in cui il mondo gli impone obblighi sociali e religiosi (è da sempre un libero pensatore) anche se la furia della sua argomentazione, sembra però avere più a che fare con un improvviso attacco di appendicite proprio nell’ufficio del Decano, piuttosto che con la sua crescente indignazione.

Dopo essersi ripreso, Marcus sembra rinascere, riallaccia i rapporti con Olivia e il suo amore per lei diventa ancora più forte, ma la felicità dura poco. Olivia gode di pessima fama tra i compagni di college, ma ciò che più ferisce Marcus, è la disapprovazione della madre. Dopo aver appreso della scandalosa reputazione di Olivia dai suoi compagni di studi, Marcus deve fare i conti con la disapprovazione della propria madre che lo sottopone a un vero e proprio ricatto. Resterà col marito e padre di Marcus, il cui comportamento irrazionale è diventato insostenibile per lei, solo se il giovane lascerà Olivia.

Marcus finisce per accettare le condizioni della madre, ma quando torna al college scopre che Olivia è scomparsa nel nulla. I buoni propositi del giovane di tornare quello di prima, sfuma nella nuova ossessione per la scomparsa di Olivia fino a perdere il controllo delle sue scelte. Marcus sentirà il desiderio di aiutare tutti coloro che lo hanno amato, anche brevemente, quando lui riusciva a malapena a comprendere il potere dell’amore.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .