Netflix promette 80 film originali nel solo 2018

Numeri da grande studios per un colosso che sembra non avere limiti

netflixTed Sarandos, CEO di Netflix ha le idee chiare sul futuro della sua azienda “Rilasceremo 80 produzioni originali Netflix nel solo 2018. Saranno di ogni genere, dall’indie tipico del Sundance Film Festival a blockbuster tipo l’ultimo Bright“, action movie con Will Smith. Bright è costato 90 milioni di produzione, ma non è l’unico caso di super budget speso da Netflix per un film, basti pensare a The Irishman, il prossimo film di Martin Scorsese con Robert De Niro e Al Pacino, costato 100 milioni di dollari solo per aggiudicarsi i diritti di distribuzione.

Una risposta secca, questo ambizioso piano a chi sostiene che Netflix è buono solo per le serie tv e non si cura del cinema. Per questo ambizioso traguardo, il budget previsto sarà intorno ai 7-8 miliardi di dollari, un aumento rispetto ai 6 spesi nel 2017.

Questo spiega l’aumento di tutti gli abbonamenti di 1-2 euro? Più contenuti, più alto è il costo. Sarandos, nonostante all’inizio avesse dato questa motivazione per l’aumento degli abbonamenti da novembre, ha però smentito ora. “La nostra crescita e l’aumento dei costi per gli utenti non sono cose correlate. Questo aumento era già stato pianificato da tempo“.

Film già disponibili per il nostro Paese

Nell’ultimo quadrimestre del 2017 Netflix ha distribuito 8 film originali, tra cui l’adattamento del manga giapponese Death Note, il drama di guerra di Angelina Jolie First they killed my father, sul genocidio cambogiano, la commedia con Marlon Wayans Naked e il teen drama To the bone con Lily Collins. Tutti film già reperibili anche in italiano.

Sarandos ha anche parlato della scelta di Disney di togliere tutti i suoi film originali da Netflix. “Dobbiamo semplicemente concentrarci sui nostri prodotti ora. Se i nostri rivali vorranno mettersi per conto loro, la cosa non ha nulla a che fare con noi“. Ha poi fatto notare che Disney ha tolto i suoi contenuti solo in Australia, Canada e Olanda fuori dagli USA, insomma, nulla di preoccupante.

Infine due parole anche sulla voce che vorrebbe la Weinstein Company e quindi la Miramax, caduta in disgrazia per lo scnadalo Weinstein, come prossimo acquisto di Netflix “E’ molto difficile che possiamo fare un’offerta per la compravendita”. Netflix ha già io diritti di distribuzione su alcune serie tv prodotte dalla Weinstein Company e non intende per il momento fare di più.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .