Nobel per la Letteratura 2017 Kazuo Ishiguro

L’autore di Quel che resta del giorno finisce tra immortali

Kazuo IshiguroE’ Kazuo Ishiguro il Premio Nobel per la Letteratura 2017. 63 anni, lo scrittore giapponese naturalizzato britannico è stato premiato “perché nei suoi romanzi di grande forza emotiva, ha scoperto l’abisso sotto il nostro illusorio senso di connessione col mondo”. Così l’annuncio della Reale Accademia di Svezia.

Kazuo Ishiguro è nato l’8 novembre 1954 a Nagasaki, in Giappone. La famiglia si è trasferita nel Regno Unito quando lui aveva appena cinque anni. Solo da adulto, negli anni ’70, Kazuo Ishiguro sarebbe tornato a visitare il suo paese di nascita. Laureato in inglese e filosofia presso l’Università di Kent, ha poi continuato a studiare Scrittura Creativa presso l’Università di East Anglia.

Il successo fin da subito 

Kazuo Ishiguro raggiunge il successo già col suo primo libro, Una vista pallida delle colline (1982), cui seguirà nel 1986 Un artista del mondo fluttuante (1986) ambientato a Nagasaki pochi anni dopo la seconda guerra mondiale. In questi libri i temi di Ishiguro sono già presenti: la memoria, il tempo, il sé, la delusione. Un condensato dei quali li ritroviamo nel suo romanzo più rinomato, “Quel che resta del giorno” (1989), che è stato trasformato in film con Anthony Hopkins nel ruolo del protagonista: il maggiordomo Stevens.

Gli scritti di Ishiguro si contraddistinguono da una modalità di espressione accurata, indipendentemente da quale sia l’avvenimento. Allo stesso tempo, la sua novità più recente sono gli elementi del fantastico. Con il lavoro Non lasciarmi (2005), Kazuo Ishiguro compie anche un’incursione nella fantascienza. In questo romanzo, come in molti altri, troviamo anche influenze musicali. Un esempio sorprendente è la raccolta di racconti brevi Notturni: Cinque Storie di musica e crepuscolo (2009), dove la musica svolge un ruolo fondamentale nel raffigurare le relazioni dei personaggi.

Nel suo ultimo romanzo, Il gigante sepolto (2015), una coppia di anziani viaggia attraverso un paesaggio arcaico inglese, sperando di riunirsi con il figlio che non vedono da due anni. Questo romanzo esplora, in modo commovente, la memoria e l’oblio, il presente e la fantasia della realtà.

Oltre ai suoi otto libri, Ishiguro ha anche scritto sceneggiature per il cinema e la televisione. Le sue opere in Italia sono pubblicate da Einaudi.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .