Denis Villeneuve

Siamo come scimmie che si specchiano

Denis Villeneuve

Certo non deve essere stato per niente semplice prendersi la responsabilità di dirigere l’attesissimo sequel del film Culto per eccellenza,  Blade Runner 2049 ( dal 5 Ottobre nelle sale): eppure il regista canadese Denis Villeneuve , 50 anni il 3 Ottobre,  che fino a due anni fa, cioè fino a Sicario e Arrivals, non conosceva nessuno, ha accettato senza paura una sfida che avrebbe terrorizzato chiunque.

Insieme a Hampton Fancher, che è autore anche di questa sceneggiatura,  e Ridley Scott,  hanno pensato ad  nuova storia ambientata trent’anni dopo, in cui l’agente K ( Ryan Goslyng ) dopo aver scoperto un terribile segreto capace di distruggere il mondo, si mette alla ricerca di Rick Deckard ( Harrison Ford) di cui si sono perse le tracce, per aiutarlo a sconfiggere questa nuova minaccia.

Denis Villeneuve «Non è stata una decisione presa a cuor leggero. – ci dice il regista a Roma, durante un incontro con la stampa -Ci ho pensato molto prima di dire si. Ho accettato solo quando ho saputo di aver il controllo su tutto. In questo Ridley Scott, che è il produttore, mi ha lasciato completamente libero.  Sono consapevole del rischio che corro nel realizzare il sequel di un capolavoro. Ma credo che questo sia il mio film migliore

Un altro motivo che l’fatta accettare è stata anche la scelta di Ryan Goslyng

Denis Villeneuve «Goslyng è un attore fantastico, molto carismatico. È uno di quelli che incarna il personaggio che interpreta. Riesce ad esprimere sfumature emotive in maniera particolare. Ha un grande talento, ha tutto il film sulle spalle, ed io avevo bisogno di un attore forte. Abbiamo passato tanto tempo insieme e molte delle sue idee mi hanno ispirato e si ritrovano nel film. »

Blade Runner 2049 è un thriller psicologico in cui mancano i social network

Denis Villeneuve «Ci troviamo in un periodo in cui la tecnologia ha invaso completamente la nostra vita. Siamo come scimmie che si specchiano. Abbiamo perso il contatto con la natura. La tecnologia distrae, non è un bene per la mente, spero si ritorni ad un rapporto più naturale. In Blade Runner 2049 anche se gli effetti speciali sono molto importanti, ho ricreato dei luoghi reali, non realizzati al computer perché non sono un tecnico e ho bisogno di lavorare con il cuore

Cosa ritroviamo del Blade Runner dell’82 ?

Denis Villeneuve «Il tono malinconico! Sicuramente i temi importanti su cui riflettere. Inoltre per mantenere un tono simile al primo film ho preteso che per la colonna sonora venissero usati gli stessi strumenti usati da Vangelis. Volevo ottenere le stesse sonorità

Quando ha visto il film di Ridley Scott ?

Denis Villeneuve «Avevo 14 anni quando vidi Blade Runner e fu per me un vero choc, come entrare in una macchina del tempo scaraventata verso il futuro.  Mi ha cambiato la vita, perché in quel momento capii che volevo fare questo nella vita, il cinema

 

Guarda il cortometraggio…


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .