La Musica del Silenzio lunedì su Rai1 racconta Andrea Bocelli

Un film ispirato al libro autobiografico del cantante

La Musica del Silenzio Dopo la presentazione in anteprima nelle sale cinematografiche e il 29 settembre a Milano nell’ambito del Prix Italia, “ La Musica del Silenzio ”, il film tratto dall’omonimo libro autobiografico di Andrea Bocelli, arriva su Rai1 in prima tv e in prima serata lunedì 2 ottobre.

Tutti conoscono la sua voce, le sue canzoni, le interpretazioni di famose arie liriche, la sua popolarità internazionale. Meno però si conosce della vita privata di Andrea Bocelli e del percorso che lo ha portato da Lajatico, paese delle colline pisane, agli allori della sua attuale carriera.

Alla regia Michael Radford che firma anche la sceneggiatura con Anna Pavignano e la collaborazione dello stesso cantante con il film che si avvale di una produzione e un cast internazionale.

I protagonisti

Toby Sebastian interpreta Amos Bardi, l’alter ego di Bocelli. Antonio Banderas ricopre il ruolo del suo maestro di musica, il vero mentore del giovane cantante, colui che lo porterà al successo. Una splendida Luisa Ranieri è mamma Edi, donna dalle grandi qualità, forte e decisa, mentre Jordi Mollà il genitore autoritario ma dal cuore tenero. Nel cast italiano, tra gli altri, Ennio Fantastichini è lo zio Giovanni, il primo a capire il grande talento del giovane Amos, a spingerlo perché si realizzi il suo sogno e a consigliarlo, Nadir Caselli, la prima moglie, mentre Alessandro Sperduti veste i panni di Adriano, il suo più caro amico.

Il regista Michael RadfordLa Musica del silenzio  è un film ispirato al libro di Andrea Bocelli e di cui porta il titolo. In un primo momento ho rifiutato, temo i biopic su persone ancora in vita, temo le loro reazioni su come si vedono rappresentati nel film. Ma Bocelli è stato molto discreto, accomodante, ci ha prestato la sua voce, anche quella di quando cantava male. Ci ha chiesto di costruire un personaggio. La storia è ispirata a quella della sua vita, ma la vita non ha un impianto drammaturgico e quindi la scrittura deve darle un senso. Cercavo un conflitto, un corto circuito. C’è un ragazzo che scopre di avere una voce importante. Vuole diventare cantante ma è cieco. “

Continua Michael Radford

“ Abbiamo inventato il ritmo della sua vita. Mi piace girare i film nella lingua realmente parlata dai personaggi, ma il film su Bocelli è stato girato in inglese ed è stata un’esperienza piacevole e divertente. Ho trovato l’umanità che cercavo. Il film è la storia di qualcuno che ha superato prove tremende nella vita, prima tra tutte la cecità. Andrea aveva una voce bianca e quando l’ha persa ha dovuto cercarne una nuova. Il lungo percorso verso la fama è stato molto travagliato. In tutte le storie c’è un eroe che deve superare ostacoli, e anche se sai come andrà a finire, la sua storia ti cattura.”

La Musica del Silenzio La storia

Amos Bardi è nato con il dono di una voce straordinaria, che si manifesta di gran pregio fin da bambino. Contemporaneamente però un grave problema agli occhi lo rende quasi cieco. Vede chiaroscuri, contorni, non di più. La malattia lo costringe ad un calvario di interventi chirurgici. Presto dovrà separarsi dalla famiglia per entrare in un istituto per non vedenti ed imparare il Braille. Ma è proprio lì che un terribile incidente, una violenta pallonata in faccia, lo porta alla cecità totale.

Per il ragazzo è il buio. Nonostante tutto Amos non si arrende. Mosso da grandi aspirazioni e interessi (la passione per il canto, l’amore per i cavalli, il motorino, la bicicletta, una laurea in giurisprudenza), la sua vita sarà una sfida senza soste fino a quando riuscirà a raggiungere il suo primo grande successo in palcoscenico con l’esecuzione di Miserere insieme a Zucchero Fornaciari. Da lì in poi comincia un’esistenza costellata di vittorie nella quale però, momento per momento, continua silente la sua quotidiana missione di chi per essere come gli altri, in ogni gesto, in ogni passo, deve impegnarsi più degli altri.

Il film La Musica del Silenzio è stato prodotto da Picomedia – Ambi Media Group con Rai Fiction.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .