Anna Lotterud alias Anna of the Nord e il tour europeo di Lovers

Non sono affatto fredda glaciale e distante

Anna Lotterud Felicità, emozione, dolore, sensi di colpa, desiderio, tutto quello che colora il sentimento dell’ amore si trova in Lovers, l’album di esordio di Anna of the Nord, ( uscito l’8 Settembre) eclettico duo formato dalla norvegese Anna Lotterud e dall’australiano Brady Daniell-Smith, che mette in musica con sonorità beat e suggestioni  electro-pop,  l’unione fra l’anima libera dei grandi spazi australiani e quella minimalista ed eterea  della fredda Scandinavia. «Anna the Nord è il nomignolo che Brady (Daniell – Smith) mi ha affibbiato quando ci siamo conosciuti, ci racconta Anna Lotterud con una voce divertita da ragazzina.

E’ un gioco fra noi, senza un grande significato se non quello di far credere a tutti che io sia fredda, glaciale, distante. Invece sono tutto il contrario. Brady è un giocherellone e si diverte a mettere in giro queste voci, che a me piace assecondare. Per questo abbiamo deciso di chiamarci così, rappresenta in pieno la nostra complicità e amicizia.»

Le dieci tracce dell’album sono incentrate sull’amore in tutte le sue sfaccettature e forme.

Anna Lotterud « Lovers è un album che parla dell’amore in senso generale. Non solo quello fra due persone, con tutti gli stadi che un sentimento può vivere durante una relazione, ma anche l’amore per un genitore, per un amico, per gli animali, per la natura, per il proprio paese. Ogni momento della nostra vita è pervaso da sentimenti sia positivi che negativi: l’amore è in tutto quello che si fa, e noi in ogni canzone abbiamo voluto sondare i suoi molteplici aspetti

Le canzoni dell’album nascono dalle vostre esperienze personali?

Anna Lotterud «Decisamente si. In ogni canzone c’è qualcosa di noi. Quando abbiamo cominciato a scrivere l’album, io venivo fuori da una relazione molto dolorosa che mi aveva distrutto. Piangevo sulla spalla di Brady, e lui ha usato tutte le mie confidenze e le mie lacrime per scrivere i testi

Nella canzone Lovers si parla di quelle promesse che si fanno all’inizio di una relazione e che poi non si mantengono mai.  É sempre così?

Anna Lotterud «Se devo basarmi sulla mia esperienza e su quella dei miei amici, direi che succede spesso. All’inizio è tutto meraviglioso, si fanno promesse, si pensa che sia per sempre, poi, il più delle volte, l’amore diventa un gioco al massacro. Quelle promesse svaniscono e purtroppo anche il bene non esiste più

Come lavorano, Anna e Brady , alla creazione di un pezzo?

Anna Lotterud «Non abbiamo un metodo, lo dico sinceramente. Scriviamo e componiamo insieme, ma  anche qui senza ruoli rigidi e definiti. Le parole, la melodia, vengono spontaneamente a secondo dell’umore, del momento in cui ci troviamo o dell’esperienza che stiamo vivendo

Come nasce la sua passione per la musica?

Anna Lotterud «Nasce in famiglia. Mio padre è un musicista ( Jon Lotterud, pianista e compositore) e fin da piccola mi divertivo a scrivere canzoni e a cantare. Al secondo anno di liceo decisi di prendere la specializzazione in musica, ma quando seppi che dovevo fare un provino, andai letteralmente nel panico. Feci tutto il giro della scuola fino a quando non trovai un amica con cui fare un cambio: lei entrò nel corso di musica, io in quello di grafica e design a cui lei si era iscritta.»

5 anni fa ha lasciato la Norvegia per andare in Australia. Cosa l’ha spinta verso un paese così lontano? 

Anna Lotterud «Semplicemente la mia vita non mi soddisfaceva più. Facevo il manager in una azienda grafica e una collega più grande mi parlava continuamente dei viaggi di sua figlia che si era stabilita in Francia. Ad un certo punto nella mia testa è scattato qualcosa, ho mollato tutto da un giorno all’altro e sono volata verso l’Australia, il paese più lontano in tutto e per tutto dalla Norvegia.»

Come vi siete conosciuti con Brady Donnell-Smith?

Anna Lotterud «Ho incontrato Brady in un locale dove cantava le sue canzoni e ne rimasi affascinata. Venivo da un lungo periodo in solitudine, avevo scritto molte canzoni e i miei amici mi hanno praticamente spinto sul palco per farmi cantare. E’ stata la mia prima esibizione dal vivo. Brady mi ha accompagnato con la chitarra ed io non ho avuto paura. Da quel momento è cominciata la nostra storia musicale

Vive ancora in Australia o è tornata in Norvegia?

Anna Lotterud «Per adesso sono ad Oslo, dove abbiamo anche registrato l’album, ma sinceramente non so ancora per quanto resterò qui. Sono giovane, ho 28 anni e sono in un fase che chiamo open mind. Potrei  spostarmi in Italia, perché no? Mi piace il vostro paese, ho anche avuto un fidanzato di Rimini

La tournee nei festival internazionali di questa estate avrà il suo culmine con il concerto del 26 Settembre all’Omeara Center di Londra. Come si sta preparando a questo grande evento?

Anna Lotterud «Sono molto tesa. E’ un vero debutto per noi, prima l’album che si pubblica in tutto il mondo, poi  il primo concerto in uno spazio così grande e a Londra. Speriamo di riempirlo questo Omeara Center, diciamo che l’affluenza del  pubblico è la cosa che più mi preoccupa. »

 

Queste le date del tour

 

12 Oct – Obaren, Stockholm, SW

13 Oct – Vega Ideal Bar, Copenhagen, DK

14 Oct – Häkken, Hamburg, DE

16 Oct – Auster Club, Berlin, DE

18 Oct – Sugarfactory ADE Live, Amsterdam, NL

19 Oct – Yuca, Cologne, DE

20 Oct – Pop Up du Label, Paris, FR

09 Nov – Parkteateret – Oslo, NO

10 Nov – Det Akademiske Kvarter – Bergen NO

18 Nov – Room 2 P12 @ Transardentes, Brussels, BE


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .