Man Ray all’asta il ritratto di Kiki de Montparnasse

Base d’asta della foto un milione e mezzo di euro

Man Ray

Con l’autunno riprende la stagione delle grandi aste d’arte. Argomento che riguarda pochi, anzi pochissimi, ma che attrae molti, tanto più che, sotto il martello dei battitori, ci finiscono spesso opere la cui collocazione etica sarebbe in un museo. Opere iconiche, a voler adoperare un termine abusato, opere che raccontano del loro tempo, di un secolo, di un artista che ha inciso profondamente nella storia dell’arte. Come Man Ray (1890-1976), per fare un nome, e una delle immagini fotografiche più riconoscibili del XX secolo: la sua “Noire et blanche” (Nera e bianca).

Paris Photo

Il 9 novembre, in occasione di Paris Photo, Christie’s Paris metterà in vendita il leggendario scatto di Man Ray , ed è sicuramente il pezzo forte tra i 73 scatti di grandi autori che andranno all’asta della collezione del regista Thomas Koerfer. Una raccolta che include anche immagini di Diane Arbus, Nobuyoshi Araki, Robert Frank, Francesca Woodman, Paul Outerbridge.

Stimato a base d’asta tra il milione e il milione e mezzo di euro, il ritratto di Kiki di Montparnasse, al secolo Alice Prin, amante e musa di Man Ray , è un monumento della fotografia. Il capo chinato sul tavolo, il volto di un bianco marmoreo, i neri capelli lucidi tirati all’indietro, gli occhi socchiusi, Kiki sembra sognare mentre regge con  una maschera africana dalle fattezze stilizzate e la “pelle” nera come l’ebano. Un gioco di contrapposizioni tonali che acquista senso nell’incontro tra culture, nel gioco di grigi perlacei che permea l’ambiente nel quale i due volti, quello della donna e quello della maschera, sono immersi.

Man RayVogue

Realizzato nel 1926 per la rivista Vogue, che lo pubblicò nel mese di maggio dello stesso anno, lo scatto è anche il racconto di un’epoca, della Parigi  animata dagli intellettuali che avrebbero riscritto il loro tempo, i surrealisti amici di Man Ray , come André Bréton, Max Ernst, e poi Picasso e Matisse, James Joyce e Stravinsky. La Parigi Hemingway e di “Festa mobile”.

Lo scatto “Noire et blanche” che andrà all’asta il 9 novembre, prima di entrare nella collezione di Thomas Koerfer, è appartenuto allo stilista e appassionato d’arte Jacques Doucet che pare fosse stato folgorato dalla naturalezza e dall’eleganza della composizione.

Per la cronaca, la foto, assieme alle altre della collezione che andranno all’asta, sarà esposta dal 4 al 9 novembre presso la sede di Christie’s  nell’ottavo arrondissement di Parigi.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .