Valerian il nuovo flop di Luc Besson rischia di fargli chiudere la carriera

In America è andato malissimo E’ costato 200 milioni e da ieri è in Italia

valerianValerian e la città dei mille pianeti, è uscito ieri nei cinema italiani ma si porta già dietro la fama di essere un flop colossale. La nuova fatica di Luc Besson, costata ben 197.4 milioni di euro, in una co-produzione tutta francese, -diventato così il film più costoso della storia del cinema transalpino, record in precedenza detenuto da Asterix alle Olimpiadi– ha racimolato in America, punto di riferimento e target numero 1, soli 40 milioni miseri miseri e questo nonostante un cast creato a puntino, un grande regista dietro, un genere, il sci-fi, sempre di grande attrazione e un periodo abbastanza scarno in sala. Flop quindi salvato solo parzialmente dal mercato cinese e dai suoi oltre 60 milioni di incasso. Come andrà in Italia, questo pseudo erede de Il Quinto Elemento?

Trama Valerian

Valerian e Laureline sono agenti speciali del governo dei territori umani, e devono mantenere l’ordine nell’universo. Valerian ha in mente qualcosa di più di un semplice rapporto lavorativo con la sua partner – proponendosi apertamente a lei. Ma la sua lunga storia con le donne, e i valori tradizionali di lei, fanno sì che vi sia un costante rifiuto. Sotto le direttive del loro comandante, Valerian e Laureline si imbarcano in una missione nella città intergalattica mozzafiato di Alpha, una metropoli in continua espansione la cui popolazione è composta da migliaia di specie diverse da tutti e quattro gli angoli dell’universo. I 17 milioni di abitanti di Alpha hanno unito i loro talenti, le loro tecnologie e le loro risorse per migliorare le condizioni di vita di tutti. Sfortunatamente non tutti ad Alpha condividono gli stessi obiettivi: forze oscure sono all’opera per mettere in pericolo il genere umano.

Il cast

Nel cast sono presenti Dane DeHaan, giovane star in grande ascesa a Hollywood dopo i film Chronicle, Amazing Spiderman 2 e La cura del benessere e Cara Delevingne, modella inglese ancora oggi al numero 1 su social e giornali di gossip, quindi con un seguito enorme di fans. Ci sono anche grandi nomi come Clive Owen, Ethan Hawke e una comparsata canora di niente meno che Rihanna. Insomma un cast fatto a puntino per richiamare al cinema milioni di fans e invece non è andata come nei piani. Che il meccanismo “faccio fare un ruolo-una comparsa a un importante youtuber/influencer/cantante-non.attore” abbia fallito miseramente?

Potrebbe segnare un colpo definitivo nella carriera di Besson o un piccolo passo falso da cui riuscirà a riprendersi? Certo d’ora in poi gli studios saranno meno disposti a dargli grandi budget.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .