Giornate Europee del Patrimonio 2017 al via

Mille eventi tra Natura e Cultura

Giornate Europee del Patrimonio Il 23 e il 24 settembre 2017 tornano le Giornate Europee del Patrimonio, manifestazione ideata nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee.

L’occasione è dunque celebrare l’immenso patrimonio culturale del continente, e soprattutto, favorirne la conoscenza dei cittadini europei attraverso migliaia di eventi (quasi mille in Italia) cui aderiscono i siti statali ma anche luoghi della cultura non statali tra musei civici, comuni, gallerie, fondazioni e associazioni private. Sabato 23 troviamo così aperture e appuntamenti ad hoc con orari e costi ordinari nel corso della giornata, mentre domenica ci sarà l’apertura straordinaria serale di tre ore al prezzo simbolico di un euro. Musei, parchi archeologici, biblioteche, da Nord a Sud in un elenco impossibile a ripetersi.

Ma ciascuno potrà trovare il luogo o l’evento più intrigante qui:

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Eventi/visualizza_asset.html_1066523264.html

Il Consiglio d’Europa ha deciso che in questo 2017, il filo rosso sul quale si giocheranno le Giornate Europee del Patrimonio sono “Cultura e Natura”, a voler sondare l’interazione dell’uomo con l’ambiente circostante. Ambiente che, sin dalla preistoria, per la semplice presenza di uomini dotati di creatività, è diventato inevitabilmente elemento culturale.

Giornate Europee del Patrimonio

 

 

Alcuni eventi

E così in queste due giornate dai mille eventi, troviamo – tra le altre cose – voli dimostrativi in mongolfiera alla Reggia di Caserta; un viaggio tra le antiche incisioni su Pompei e Ercolano alla Biblioteca Universitaria di Napoli; l’apertura della Piscina Mirabilis al parco archeologico dei Campi Flegrei; le immagini “politiche” tratte da manoscritti medievali e moderni visibili nella mostra “Lo sguardo del potere” all’Archivio di Stato di Bologna; l’apertura straordinaria del complesso abaziale di Pomposa ma anche delle “Case Decorate” agli Scavi di Ostia Antica.

Attività segnalate al Museo Nazionale Romano delle Terme di Diocleziano sulla preparazione dei cibi nella Roma; visite Flower Power nella Pinacoteca di Brera a Milano; l’apertura straordinaria del torricino nord del Palazzo Ducale di Urbino; le osservazioni astronomiche a Castel del Monte a Andria. E poi i fiori nei quadri dell’Allori alla Galleria dell’Accademia di Firenze; la caccia al tesoro dei Longobardi al Museo Nazionale del Ducato di Spoleto; i sotterranei in notturna al Museo Nazionale Atestino di Este; le letture animate per bambini al Museo Nazionale di Villa Pisani a Stra e ancora molti, molti eventi sino ad arrivare a mille.

Si potrà seguire l’evento anche sui social: #GEP2017 #culturaenatura  #culturaèpartecipazione.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .