Ennio Morricone 60 anni di carriera degni di nota

Il Tour del Maestro un successo da rock star

Ennio Morricone A 89 anni, Ennio Morricone s’è esibito davanti a 400mila persone in 30 città europee, a luglio lo abbiamo ritrovato nella sua Roma e ancora al Lucca Summer Festival e ovunque, tutto esaurito e standing ovation prima, durante e dopo le due ore di emozioni che ha regalato al pubblico. E lui, schivo e taciturno, a dirigere, da seduto, i 200 elementi di quell’orchestra Roma Sinfonietta con la quale in questo ‘60 YEARS OF MUSIC WORLD TOUR’ il maestro è tornato a raccontare le sue storie. 60 anni di storie, dove non può che essere visiva (ed è un pregio immenso) la musica di questo compositore che ha attraversato né più e né meno la storia del cinema.

Già praticamente sold out le date del 30 e 31 agosto all’Arena di Verona (nelle ultime ore si sono aggiunte nuove disponibilità, ma è meglio affrettarsi); il tour si arricchisce di due nuove date a dicembre: il primo a Casalecchio di Reno (Bologna) e il 2 al Forum di Assago (Milano). “Dirigere dal vivo le mie composizioni in tante città diverse, davanti ad un pubblico così vario per età e background culturale, è un’esperienza estremamente gratificante – dice Ennio Morricone -. Quest’anno festeggio i 60 anni di carriera da compositore durante i quali ho composto più di 600 opere”.

I riconoscimenti

Se è vero che l’arte non ha tempo e gli artisti non hanno età, se non la fredda risultanza anagrafica, Ennio Morricone è l’eterno presente di una storia cinematografica che ancora l’anno scorso ha saputo regalarci delle novità. E così è stata pioggia di premi per le musiche dell’ultimo film di Quentin Tarantino, “The Hateful Eight”: il Golden Globe per ‘La migliore colonna sonora originale’, il BAFTA per ‘Le musiche Originali’, il premio della New York Film Critics Association per ‘La migliore colonna sonora’ e, ciliegina sulla torta l’Oscar nella categoria ‘Colonna sonora originale.

Ancora in tempi recenti, Ennio Morricone è tornato a collaborare con Giuseppe Tornatore. Col regista siciliano il sodalizio è di lunga data: Nuovo Cinema Paradiso, Malena, La leggenda del pianista sull’oceano, Baaria, La Migliore offerta sono i film che hanno visto all’opera, questo incontro di sensibilità; e così nel 2016 esce “La corrispondenza”, film interpretato da Jeremy Irons e uscito, caso vuole, esattamente 30 anni dopo la distribuzione nelle sale (1986) di “Mission”, interpretato dallo stesso Irons. Le note di quella colonna sonora (che nel concerto viene riproposta) sono ormai un classico della musica da film, dove quelle note non sono tappeto o aggiunta, ma co-protagoniste della storia.

Una carriera eccezionale

Nel corso della sua carriera, Ennio Morricone ha composto più di 500 colonne sonore per il cinema e la televisione e più di 100 composizioni di musica assoluta. E sempre, le sue musiche per i film si sono ritagliate un ruolo centrale, come se riuscissero a farsi materia. E’ accaduto coi film dell’amato Sergio Leone, una sfilata di capolavori: C’era una volta il West, C’era una volta in America, Per un pugno di dollari, The Untouchables. E col cinema più impegnato: L​a battaglia di Algeri, Sacco e Vanzetti, Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Sostiene Pereira, La classe operaia va in paradiso.

Note che il maestro riporta nei concerti di questo tour del 60mo, che non possiamo che considerare come un dono prezioso.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .