Cinema 3D l’epoca è finita

Il cinema 3D è quasi morto e gli incassi lo confermano

cinema 3dFacciamo un test, qual è l’ultimo film in 3d che avete visto? Non vi ricordate? Allora è da tanto che non ne vedete uno. L’epoca d’oro del cinema 3D nata con Avatar e proseguita poi con con tanti film non nativi in 3D ma convertiti in post produzione (leggasi, pessimi modi per sfilare alla gente 3 euro in più sul biglietto) con derive anche nel cinema italiano come abbiamo visto in Dracula 3D di Argento o Paura 3D dei Manetti bros., è pressochè finita. E’ una tecnologia che ha fatto il suo tempo e ha fatto i suoi incassi e oggi non trova più molto spazio. La scusa del “voglio farlo in 3D per dare un maggiore senso di profondità, per immergere lo spettatore, perchè credo sia una tecnologia ideale per la storia che voglio raccontare” non viene più tirata fuori dai cineasti avidi di soldi.

Il 3D non rende abbastanza e costa molto di più come produzione e inoltre ai veri autori (esclusi Scorsese e Wenders) non ha mai interessato così tanto.
Aspettando che torni Cameron con altri 2 o 3 Avatar e gli ridia una mano di bianco, tiriamo le fila del cinema 3D nel mondo.

Ecco le cifre

Una recente analisi di mercato pubblicata su The Hollywood Reporter ha mostrato gli incassi relativi ai film in 3D dal 2010 a oggi.
2010: momento massimo di picco, 2.2 biliardi di dollari e 21% dell’intero box office.
2011: 1.8 Bil.$
2012: 1.8 Bil.$
2013: 1.8 Bil.$
2014: 1.4 Bil.$ momento più basso
2015: 1.7 Bil.$
2016: 1.6 Bil.$
Si, le cifre sono ancora impressionanti ma è iniziato un certo declino. Inoltre l’aumento del presso medio dei biglietti ha influito molto.

L’epoca dei grandi incassi con Alice in wonderland e Toy Story 3 è finita, il 3D non è più nè il salvatore del box office mondiale, nè l’unico motivo per uscire di casa e preferire lo streaming e il “normalissimo” tv di casa. L’ultimo grande successo rimane Il libro della Jungla di John Favreau.

L’abbandono del 3D

La scorsa settimana Imax ha annunciato che diminuirà la percentuale di film in 3D del proprio mercato, citando una “chiara preferenza” per il 2D dal pubblico. Greg Foster  CEO di Imax Entertainment ha detto che Imax non abbandonerà il 3D ma prenderà un approccio più strategico per l’utilizzo del formato. “Il 3D non è più l’impostazione predefinita“, aggiungendo poi che dei 35 film che produrrà quest’anno, solo 5-6 saranno in formato tridimensionale. “Ascoltiamo comunquei nostri autori” ha aggiunto, dicendo che tutti i registi che vorranno girare i loro film in 3D continueranno ad avere il supporto di Imax.

Penserete che questa tecnologia è durata ben poco per essere già in calo oggi dopo appena 7 anni. Ebbene forse non sapete che il 3D esiste da quasi 80 anni e che già Hitchcock nel suo Dial M for Murder (Il delitto perfetto) utilizzo questo formato. Il suo fu un utilizzato intelligente e mirato. Trasformo una pellicola di stampo teatrale in una full immersion indimenticabile. Oggi invece vogliamo solo che le navicelle si schiantino addosso a noi o il sangue ci schizzi sugli occhi.

Voi siete tipi da 3D o preferite ancora il “piattume” del 2D?


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .