Il programma di Venezia 74: spiccano Clooney, Del Toro e la voglia di sperimentare

Il programma completo della 74esima edizione, dal Concorso Internazionale agli ospiti

venezia 74Oggi a Roma è stato presentato il programma della 74esima edizione della mostra del cinema di Venezia 74 che si terrà dal 30 agosto all’11 settembre. Una 10 giorni caratterizzata da grandi nomi e grande voglia di sperimentare e di dare fiducia ai giovani. Se da una parte troviamo George Clooney con la sua nuova commedia dal black humour scritta dai fratelli Coen, Alexander Payne con Downsizing, Guillermo Del Toro e il suo amore donna-bestia, il ritorno di Kechiche dopo Adele, Paul Shrader, Virzì e Aronofsky con Jennifer Lawrence, dall’altra ci sono l’artista dissidente cinese Ai Weiwei, Lean on Pete di Andrew Haigh, il manipolo di italiani in concorso rappresentato da Una famiglia di Sebastiano Riso e Hannah di Andrea Pallaoro oltre al documentario attesissimo di un gigante come Frederick Wiseman sulla libreria pubblica di New York, Ex Libris.

Grandi novità

Ci sarà anche una grande novità al Venezia 74 di quest’anno, il Venice Virtual Reality, nuovo concorso dedicato alla realtà virtuale, “che probabilmente non sarà il futuro del cinema”, ha detto il direttore Alberto Barbera, “ma s’imporrà visti i grandi investimenti che l’industria culturale sta facendo in questo settore. È un ambito di ricerca interessante e frequentato da moltissimi cineasti che, pur continuando a fare cinema in senso tradizionale, sono curiosi di sperimentare le sue nuove potenzialità”.

I film di VR saranno “di tre tipologie diverse: una all’interno di un teatro più o meno tradizionale, con sedie girevoli visore Gear Samsung per i cortometraggi. Poi ci saranno 5 postazioni stand up in cui la gente, utilizzando la tecnologia Vibe, potrà vedere prodotti più elaborati, e infine una modalità ancora più complessa e interattiva, 6 installazioni nelle quali lo spettatore è costretto ad interagire con quanto i creatori hanno predisposto per lui”. Una immersione totale nella settima arte. Sperimentale ma chissà fino a quanto e a quando.

Ospiti previsti in laguna: George Clooney, Matt Damon, Kirsten Dunst, Jennifer Lawrence, Julianne Moore, Javier Bardem, Penelope Cruz, Valeria Golino, Filippo Timi, Adriano Giannini, John Landis, Robert Redford e Jane Fonda , Charlotte Rampling, Sienna Miller, Michael Caine, Isabelle Huppert, Jim Carrey, Frances MacDormand, Judi Dench, Takeshi Kitano, Micaela Ramazzotti, Claudio Santamaria, Ethan Hawke, Helen Mirren, Donald Sutherland, Paolo Virzì, Michele Placido e Gianni Amelio. Ma ce ne saranno ancora molti altri ancora, rimanete collegati per le novità.

Qui sotto l’intero programma di Venezia 74

74. MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA:
CONCORSO INTERNAZIONALE

-Human Flow di Ai Weiwei

-Mother! di Darren Aronofsky

-Suburbicon di George Clooney

-The shape of Water di Guillermo Del Toro

– L’insulte di Ziad Doueri

-La Villa di Robert Guediguian

-Lean On Pete di Andrew Haigh

-Mektoub, My Love: Canto Uno di Kechiche

-The Third Murder di Hirokazu Koreeda

-Jusqu’a La Garde di Xavier Legrand

-Ammore e Malavita dei Manetti Brothers

-Foxtrot di Samuel Maoz

-Three Billboard Outside Ebbing, Missouri di Martin McDonagh

-Hannah di Andrea Pallaoro

-Downsizing di Alexander Payne

-Jia Nian Hua di Vivian QU

-Una famiglia di Sebastiano Riso

-First Reformed di Paul Schrader

-Sweet Counrty di Warwick Thornton

-The Leisure Seeker di Paolo Virzì

-Ex Libris – The New York Public Library di Frederick Wiseman

ORIZZONTI

– Nico 1988 di Susanna Nicchiarelli

– Disappearance di Ali Asgari

– Espèces Menacées di Gilles Bourdos

– Les Bienheureux di Sofia Djama

– The Rape of Recy Taylor di Nancy Buirsky

– Caniba di Lucien Castaing-Taylor e Verena Paravel

– Marvin di Anne Fontaine

– Invisible di Pablo Giorgelli

– Brutti e cattivi di Cosimo Gomez

– The Cousin di Tzahi Grad

– The Testament di Amichai Greenberg

– La Nuit Ou J’ai Nagé di Damien Manivel e Igarashi Kohei

– No Date, No Signature di Vahid Jalilvand

– Los versos del olvido di Alireza Khatami

– Krieg di Rick Ostermann

– West of Sunshine di Jason Raftopoulos

– Gatta Cenerentola di Alessandro Rak

– Under the Tree di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson

– La vita comune di Edoardo Winspeare

FUORI CONCORSO (fiction)

– Casa d’altri di Gianni Amelio (cortometraggio)

– Thriller in 3D di John Landis e Michael Jackson

– Our Souls at Night di Ritesh Batra

– Il signor Rotpeter di Antonietta De Lillo

– Vittoria e Abdul di Stephen Frears

– La Mélodie di Rachid Hami

– Outrage Coda di Takeshi Kitano (film di chiusura)

– Loving Pablo di Fernando Léon de Aranoa

– Zama

– La Fidèle di Michael R. Roskam

– Il colore nascosto delle cose di Silvio Soldini

– Brawl in Cell Block 99 di Craig Zahler

– Diva! di Francesco Patierno

FUORI CONCORSO (documentari)

– Cuba and the Cameraman di Jon Alpert

– My Generation di David Batty

– Piazza Vittorio di Abel Ferrara

– The Devil and Father Amorth di William Friedkin

–This Is Congo di Daniel McCabe

– Wormwood (serie Netflix) di Errol Morris

CINEMA nel GIARDINO

– Suburra – La serie (primi due episodi)

– Manuel di Dario Albertini

– Controfigura di Ra Di Martino

– Woodshock di Kate e Laura Mulleavy

– Tuers di Francois Troukens e Jean-Francois Hensgens

– Nato a Casal Di Principe di Bruno Oliviero

PROIEZIONI SPECIALI

– La lunga strada del ritorno di Alessandro Blasetti

– Barbiana ’65 – La lezione di Don Milani di Alessandro G.A. D’Alessandro

– Lievito madre – Le ragazze del secolo scorso


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .