Polizia di Stato presto in arrivo il calendario 2018

Il ricavato destinato al Comitato italiano per l’Unicef Onlus

PoliziaOgni anno suggestioni diverse dal calendario istituzionale della Polizia di Stato, ma due sono le cose che non cambiano: uno è lo scopo benefico del progetto – rivolto all’Unicef – e l’altro è la qualità delle immagini scelte. Momenti di vita quotidiana degli uomini e delle donne in divisa il cui racconto per immagini, ogni anno, riemerge dagli scatti di grandi professionisti. E se il 2017 era stato affidato a un maestro riconosciuto come Gianni Berengo Gardin, per il 2018, protagonisti dietro la macchina fotografica sono i maestri di domani. Giovani di belle speranze ma già inseriti nella prestigiosa agenzia Contrasto, ai quali la Polizia di Stato ha commissionato di rappresentare, da Nord a Sud della Penisola, il variegato mondo della Polizia.

Ci sono i “falchi” che con le loro moto presidiano i vicoli di Napoli; gli “invisibilitiratori scelti, chiamati, in occasioni particolari (e non), a vegliare sulla sicurezza di Capi di Stato ma anche dei cittadini comuni; ci sono i “maghi” di Internet della Polizia Postale, presi in una lotta quotidiana contro gli abusi d’ogni tipo (dalla pedofilia alle truffe) che la Rete consente. C’è in breve, il cristallizzare in uno scatto la professionalità e l’alta specializzazione degli uomini e delle donne della Polizia, chiamati a una dedizione troppo spesso poco riconosciuta ma che copre aspetti ampissimi della società.

Pochi i dettagli forniti dai comunicati giunti dalle questure, visto che il calendario sarà ufficialmente presentato solo nei mesi prossimi. Ma questa anticipazione ha uno scopo, ovvero segnalare che è possibile prenotarlo entro il 25 settembre.

Unicef, Polizia e l’emergenza bambini migranti

Anche quest’anno il ricavato della vendita sarà destinato al Comitato italiano per l’Unicef Onlus per sostenere il progetto “Italia – Emergenza bambini migranti”.

L’Unicef si legge nella nota – sta lavorando in Italia, da circa un anno e per la prima volta, per assicurare a tutti i bambini migranti e rifugiati l’accesso a servizi equi, tempestivi e di qualità che garantisca loro protezione, cure ed  inclusione sociale”. Nel 2016 sono oltre 25.846 bambini e adolescenti sbarcati sulle coste italiane e più di 6.500 sono arrivati soli, non accompagnati.

Il Comitato italiano per l’Unicef, per la prima volta, donerà anche 8.000 euro del ricavato al Fondo Assistenza Polizia di Stato.

Grazie alla consolidata partnership con Unicef dal 2001 ad oggi sono stati complessivamente raccolti più di 2 milioni di euro e completati diversi progetti, di cui alcuni a sostegno dell’infanzia e contro lo sfruttamento dei minori in Cambogia, Benin, Congo, Guinea, Repubblica Centro Africana. Solo nel 2017 sono stati raccolti più di 151.000 euro che sono stati devoluti per sostenere in Libano – il progetto “Youth and  Innovation” finalizzato a promuovere, nel paese, l’integrazione sociale ed economica dei giovani a rischio”.

Come acquistare il calendario

Si potrà prenotare il calendario da parete al costo 8 euro e il calendario da tavolo al costo di 6 euro, entro il prossimo 25 settembre 2017, facendo un  versamento sul conto corrente postale nr. 745000, intestato aComitato Italiano per l’Unicef. Sul bollettino dovrà essere indicata la causale “Calendario della Polizia di Stato 2018” per il progetto Unicef “Italia – Emergenza bambini migranti”.

La ricevuta del versamento dovrà poi essere presentata agli (U.R.P.) Uffici Relazioni con il Pubblico di tutte le Questure d’Italia che forniranno dettagli sulla consegna.

Lo sguardo del poliziotto fotografo

E chiudiamo con una novità artistica contenuta nel calendario della Polizia di Stato 2018. Uno degli scatti è stato individuato attraverso un concorso a cui hanno partecipato molti poliziotti che hanno voluto rappresentare la propria dimensione professionale attraverso la fotografia. Come dire, uno sguardo davvero dal di dentro sulla dimensione del lavoro di poliziotto. Ovviamente di questo scatto non sono state fornite anticipazioni, ma si dice solo che “l’intuito fotografico di un poliziotto ha permesso di realizzare uno straordinario lavoro artistico che anche per il prossimo anno permetterà di rappresentare nella sua interezza e nella sua diversità la Polizia di Stato”.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .