Christopher Nolan contro Netflix “E’ inutile”

Il regista di Dunkirk, in sala a breve, se la prende con il loro metodo di distribuzione

Christopher NolanChristopher Nolan sta diventando un esperto di battaglie. Nella trilogia di Batman-Cavaliere Oscuro ci ha dimostrato di avere un particolare talento anche per gli scontri corali e a breve in Dunkirk vedremo su schermoIMAX o meno- l’intero spettacolare sbarco degli alleati durante la seconda guerra mondiale, tra bombardamenti e pallottole da schivare. Perciò uno come lui ha spalle grosse e una certa esperienza nello scendere in battaglia. Il suo nuovo rivale? Un colosso, ma dello streaming online, Netflix e non gliele ha mandate a dire.

Christopher Nolan da tempo si batte per la difesa e la salvaguardia dei Cinema intesi come sale di proiezione, luoghi di culto in via di estinzione e costretti a chiudere o ad alzare i prezzi dei biglietti fino a cifre improponibili. Perciò non dovrebbe sorprendere il fatto che il regista di Inception e Interstellar non sia un grande fans del gigante dello streaming Netflix e del loro approccio con la distribuzione di film originali, prodotti quindi in casa.

La qualità e la quantità di film prodotti da Netfix ha toccato nel 2017 un livello molto elevato. Film come Okja, in concorso a Cannes, o l’attesissimo da milioni di fans e lettori, Death Note, senza parlare dei diritti acquisiti per il prossimo film di Martin Scorsese con Al Pacino, Robert De Niro e Joe Pesci The Irishman e Bright con Will Smith,  sono solo le punte di diamante di una produzione-distribuzione sempre più massiccia, pienamente a regime con i più grandi studios di Hollywood.

Netflix sceglie la distribuzione ”direct to streaming”, in contemporanea con il passaggio nelle sale cinematografiche. Alla data di uscita potrete vedere comodamente sul vostro divano il  film appena completato, senza costi aggiuntivi o biglietti, basta il normale abbonamento.  Chi sceglierebbe il cinema quindi?

Ma Christopher Nolan non ci sta. Preferisce di gran lunga il metodo prescelto da Amazon Studios che garantisce fino a 90 giorni ai cinema per proiettare il film, prima dello streaming home video. “Netflix ha una bizzarra avversione verso le sale di cinema” ha detto Christopher Nolan “E io credo che stiano perdendo una grande occasione. Hanno questa politica irragionevole di simultaneamente mettere in streaming e distribuire i loro film, ed ovviamente è un modello insostenibile per le sale cinematografiche e gli esercenti ”. E non ha tutti i torti, basterebbe dare un periodo di, diciamo, anteprima alle sale. Il grande schermo rimane comunque un’esperienza –non sempre positiva questo va detto- che non ha pari rispetto allo schermo tv di casa o ancora peggio del pc, nonostante siano sempre più grandi e qualitativamente incredibili.

Almeno Christopher Nolan ammira la libertà creativa che Netflix ha concesso a registi come Noah Baumbach o Bong Joon Ho? Neanche per sogno. “Credo che gli investimenti che Netflix sta utilizzando per grandi autori e progetti interessanti sarebbe molto più ammirevole se non venisse utilizzato come un bizzarro metodo per far chiudere i cinema di tutto il mondo” ed ha poi concluso “E’ inutile, non lo capisco proprio”.

Insomma le ha sparate proprio secche. E voi cosa ne pensate? Ha ragione o preferite starvene sul divano quando esce un grande film?


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .