La Visitazione di Luca Della Robbia è ritornata a Pistoia dopo un tour negli Stati Uniti

A Palermo intanto viene conferito il titolo di Capitale italiana della Cultura per il 2018

Visitazione Su proposta del ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini, il consiglio dei ministri ha conferito a Palermo il titolo di “Capitale italiana della cultura” per l’anno 2018.

In attesa che l’amministrazione comunale di Palermo renda noto il calendario delle iniziative, tra le quali troviamo come evento già annunciato la biennale d’arte itinerante “Manifesta”, torniamo ad occuparci di Pistoia, capitale della Cultura per l’anno in corso, dove dopo un lungo tour negli States, torna a casa un capolavoro cittadino: l’opera in terracotta invetriata di Luca Della Robbia, “ La Visitazione ”.

La scultura è stata esposta al Museum of Fine Arts di Boston e alla National Gallery di Washington e sarà ammirabile fino al 7 gennaio 2018 in un apposito allestimento a cura della Diocesi e della Soprintendenza realizzato nella suggestiva chiesa barocca di San Leone, fresca di restauri. La Visitazione fu realizzata intorno al 1445 per la chiesa di San Giovanni Fuorcivitas – dove è collocata normalmente e dove tornerà al termine della speciale esposizione – ed è una delle prime opere in terracotta invetriata, tecnica inventata dall’artista fiorentino che per primo applicò alla terracotta una patina in smaltostannifero” che rendeva la superficie lucida e resistente. Sarà questo il suo marchio di fabbrica.

L’incontro tra Maria e la cugina Elisabetta, rappresentato nel gruppo scultoreo della Visitazione è un caldo abbraccio tra donne, dove l’anziana Elisabetta inginocchiandosi ai piedi della Vergine e riconoscendone la missione divina, le si affida. L’esposizione dà la possibilità di ammirare da vicino il candore dell’invetriatura e la bellezza delle forme in una visione a 360 gradi e non solo dall’abituale veduta frontale.

Un inciso lo merita anche la chiesa di San Leone, uno degli esempi più importanti dell’arte barocca a Pistoia, interamente affrescata  tra il 1753 e il 1764 da Vincenzo Meucci, protagonista indiscusso della pittura fiorentina del Settecento, affiancato dai quadraturisti Giuseppe Del Moro e Mauro Antonio Tesi. Come fanno rilevare gli organizzatori dell’esposizione: «L’accostamento tra le forme classiche della Visitazione , espressione del più puro umanesimo, e la leggera e teatrale pittura del Meucci potrà forse sembrare azzardato, ma il dialogo creato tra arti ed epoche lontane esalta entrambe».

La Visitazione è visitabile: fino al 31 ottobre dalle 10 alle 19. Dal 1 novembre al 7 gennaio dalle 10 alle 17


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .