Il primo passo verso la buona salute e’ semplice come bere un bicchier d’acqua

saluteSalute .In questi giorni caldissimi può capitare di frequente di sentirsi stanchi, spossati, privi di energie, senza aver fatto sforzi particolari e nonostante si abbia dormito a sufficienza. Ecco allora che per molti scatta in automatico il ricorso all’infinito mondo degli integratori, con la speranza che siano d’aiuto per recuperare le energie perdute. Tuttavia, spesso il rimedio è più semplice di quanto si possa pensare: basta bere di più per sentirsi subito meglio. A volte infatti, si può essere lievemente disidratati anche senza rendersene conto.  I primi segnali di uno stato di idratazione non ottimale sono le labbra secche e la sensazione di avere la bocca asciutta e impastata; poi, man mano che la disidratazione avanza, si inizia ad avvertire anche la secchezza della cute e delle mucose e compaiono mal di testa, senso di affaticamento, sonnolenza, stanchezza cronica, difficoltà a concentrarsi, sensazione di debolezza e capogiri, tutti sintomi che molti di voi avranno sperimentato da quando è esploso il caldo. In concomitanza di uno stato di disidratazione più grave si possono manifestare inoltre nausea, vertigini, tachicardia, sdoppiamento della visione, fino ad arrivare addirittura alla perdita di conoscenza. 

Tutto questo ci fa intuire quanto l’acqua (e di conseguenza uno stato di idratazione adeguato) sia fondamentale per il buon funzionamento del nostro organismo, pertanto tale aspetto non deve essere sottovalutato.
L’acqua rappresenta infatti il costituente principale del nostro corpo, pari al 60% circa del peso nell’adulto, ma che nel neonato raggiunge addirittura il 75%. La donna, avendo una maggior percentuale di tessuto adiposo, che è povero di acqua, ha percentualmente una minore quantità di acqua rispetto all’uomo. Questo prezioso elemento è indispensabile per lo svolgimento di tutte le reazioni chimiche e i processi fisiologici che avvengono nel nostro corpo, come la digestione, l’assorbimento e il trasporto dei vari nutrienti. L’acqua è inoltre il mezzo attraverso il quale il nostro organismo elimina le scorie metaboliche; è inoltre fondamentale per regolare la temperatura corporea e garantire la giusta consistenza dei fluidi intestinali. In pratica, non esiste un sistema nel nostro organismo che non dipenda dall’acqua. E’ quindi facile intuire che raggiungere il bilancio idrico, ovvero il giusto equilibrio tra le entrate e le perdite di acqua, è fondamentale per mantenere un buono stato di salute, non solo a breve ma anche a lungo termine. E’ infatti sufficiente che lo stato di disidratazione sia pari all’1% del peso corporeo (quando ancora non si avverte lo stimolo della sete) per fare in modo che esso si ripercuota negativamente sulle nostre performance psico-fisiche. Non bisogna quindi aspettare di avere sete per bere! In particolar modo, i bambini e gli anziani rappresentano due categorie maggiormente vulnerabili ed esposte al rischio di disidratazione in quanto, negli uni le perdite di acqua giornaliere sono più consistenti (con un picco nei primi mesi di vita); negli altri invece, può insorgere una riduzione della sensibilità nei confronti dello stimolo della sete e si rischia perciò di non reintegrare adeguatamente le perdite di acqua.

ADIUVAREAssociazione Diabetici Uniti Varese è un’associazione O.N.L.U.S fondata nella primavera del 2011.

Siamo un gruppo di  persone, diabetiche e non, che ha voluto dedicare un po’ di tempo e di energia per prendersi cura delle problematiche legate al “mondo diabete”

Il nostro interesse si rivolge a tutte le persone diabetiche da 0 a 100 anni, con una particolare attenzione ai bambini, ai giovani e alle loro famiglie