La Guerra Bianca 1915 – 18 presso la Fabbrica del Vapore di Milano, fino al 5 novembre 2017

Una mostra a cura di Marco Cattaneo e National Geographic Italia con fotografie di Stefano Torrione

Guerra

Vivere e morire sul fronte dei ghiacciai. La mostra prende le mosse da un viaggio “fotografico” cominciato da Stefano Torrione con la guida di Marco Gramola, presidente della Commissione storica della SAT (Società Alpinisti Tridentini) nell’estate del 2013 e continuato fino al 2015 per conto della rivista National Geographic Italy. Torrione ripercorre i siti militari della Grande Guerra sui ghiacciai del Trentino e dell’Alto Adige e, con l’avvicinarsi del Centenario della Prima Guerra Mondiale, intende documentarne le tracce ancora visibili in alta quota, fronte bellico tra il Regno d’Italia e l’impero asburgico.

Qui dal 1915, migliaia di soldati avevano vissuto, combattuto ed erano morti in condizioni proibitive, con temperature che superavano anche i 30 gradi sotto zero. Molti i resti che le terre alte serbano della “inutile carneficina”: armamenti, postazioni militari, alloggiamenti dei soldati, mezzi di trasporto. Sono testimonianze eccezionali di un evento fondamentale nella storia dell’umanità combattuto, e questo è caso pressoché unico, a quote altissime, fino a oltre i 3.000 metri e più, tra le cime e i ghiacciai dell’Ortles-Cevedale, dell’Adamello e della Marmolada, tra Lombardia, Trentino Alto-Adige e Veneto.

Seguendo la traccia dei diari e delle lettere dei soldati, Torrione ha fotografato “scheletri di baracche, trincee, gallerie scavate nella roccia, passerelle affacciate sul vuoto, reticolati, scale di pietra e di legno, cannoni, fucili, persino scarponi che riaffiorano con il ritiro dei ghiacciai; ma anche oggetti più personali dei combattenti, fotografie di fidanzate o scatolette di sardine, preservati per cent’anni dal ghiaccio e dalla neve”.

La lunga e paziente ricerca è culminata in un reportage pubblicato da National Geographic Italia nel numero di marzo 2014, poi tradotto e ripreso anche dal sito nationalgeographic.com, ottenendo oltre 200 mila visualizzazioni da tutto il mondo.

LA MOSTRA

Il contrasto tra la nitida bellezza di un paesaggio che sembra immutabile e i segni della violenza della guerra sono il filo rosso che lega le 70 immagini in grande formato che compongono il nucleo centrale della mostra milanese. Ad accompagnarle una serie di foto d’epoca, mappe, documenti a restituire all’esposizione tutta la concretezza della storia.

 

LA GUERRA BIANCA

1915-18: Vivere e morire sul fronte dei ghiacciai a cura di Marco Cattaneo

e della redazione di National Geographic Italia fotografie di Stefano Torrione

PERIODO ESPOSITIVO:

venerdì 14 luglio – lunedì 5 novembre 2017


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .