Il Caso Läckberg la scrittrice Svedese più letta in Europa

Il suo ultimo libro La Strega è già ai primi posti delle classifiche

LäckbergNel mare infinito dei “gialli nordici”, ormai quasi un nuovo genere letterario, c’è una scrittrice che da sette anni scala regolarmente le classifiche, raccontando omicidi e misteri a Fjallbacka, paesino di pescatori nel Sud della Svezia, con 800 abitanti in inverno e località turistica affollata d’estate, molto amata già da Ingrid Bergman.  E’ Camilla Läckberg , originaria di Fjallbacka e ormai diventata a pieno titolo la scrittrice svedese più letta in Europa. A catturare e affezionare i lettori è la serie di thriller che ha come protagonisti la scrittrice Erica Falck, specializzata nel raccontare casi irrisolti, e il marito poliziotto Patrick Hedstrom. Il primo, “La Principessa di ghiaccio”, uscito in Svezia nel 2003, è stato tradotto in italiano e pubblicato nel nostro Paese nel 2010 da Marsilio. E da allora il “fenomeno Läckberg”, che assicura ai fan un libro l’anno, non si è più fermato. “La Strega”, uscito poche settimane fa, è già balzato ai primi posti delle classifiche.

Delitti efferati e idilli di vita domestica

Quello che colpisce dei gialli della Läckberg è la capacità di accostare atrocità indicibili, come, nell’ultimo romanzo, il caso di una bambina di 4 anni trovata morta nel bosco, a scene rassicuranti della vita familiare dei protagonisti. Patrick ed Erica e i loro tre figli, Anna, la sorella di Erika, e il compagno Dan, la suocera Christina compongono una famiglia confusionaria e allegra che riesce ad affrontare le difficoltà della vita grazie ai profondi legami di affetto e solidarietà. Dopo aver assistito al male assoluto di cui sono capaci gli uomini, Patrick sa di poter tornare a casa e di trovare il caminetto acceso, davanti al quale bere un bicchiere di vino con Erica. La sua intelligente e curiosa moglie lo aspetta dopo una giornata passata a scavare nel passato, parlare con gli abitanti del paese a caccia di informazioni, spesso risolvendo casi intricati prima della polizia. Ai quadretti idilliaci della famiglia Hedstrom fanno però da contrasto descrizioni crude di delitti che Läckberg racconta senza risparmiare nulla.

Il Male attraverso il tempo

Il tempo, oltre al contrasto tra quotidianità e orrore, è un’altra dimensione fondamentale. Nei gialli della Läckberg le storie del passato si intrecciano a quelle del presente. Il Male è come una sorta di virus, che dopo aver attaccato, si insinua nelle pieghe della Storia e prima o poi si manifesta di nuovo, fino a quando la verità non viene a galla e finché le vittime non trovano giustizia. I delitti di oggi affondano radici profonde in tragedie avvenute nel passato. Nei romanzi della serie si affrontano temi importanti, come la Shoah, l’omosessualità, la follia. Con “La Strega” l’autrice racconta l’arrivo di un gruppo di richiedenti asilo siriani in un centro di accoglienza vicino a Fjallbacka e le difficoltà dell’accoglienza, con la paura e l’odio per il “diverso”. Insomma, tutto il mondo è paese.

La Strega

Ma veniamo finalmente all’ultimo romanzo, adesso in tutte le librerie. Il mio consiglio sarebbe di partire dal primo, “La Principessa di ghiaccio” ed arrivare a “La Strega”. In ogni caso, se anche non avete letto i precedenti, è comunque una storia a sé stante e può essere benissimo compresa e apprezzata anche per chi è al suo primo incontro con la Läckberg . Una bambina di 4 anni sparisce di casa. Subito partono le ricerche, ma la mente di tutti gli abitanti di Fjallabacka torna a un caso di trent’anni prima, quando la piccola Stella, 4 anni, era stata trovata uccisa in un bosco. Tanto più che in paese è tornata Marie, la giovanissima baby sitter di Stella, che confessò il delitto prima di ritrattare. Marie è diventata un’attrice di Hollywood, in paese dopo tanti anni per girare un film su Ingrid Bergman. Nel frattempo Erica sta lavorando al suo nuovo libro: tratterà proprio il caso di Stella.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .