Coldplay le note della solidarietà

Il gruppo pop-rock inglese da sempre in prima linea nei confronti dei bisognosi del mondo

ColdplayOramai ad avere il coraggio per esprimere solidarietà con le persone in fuga dalla fame e dalle guerre sono rimasti solo il papa e gli artisti, purché siano molto affermati, come i Coldplay. Gli unici a non temere di perdere consensi.

Questo per segnalare l’uscita, nei giorni scorsi, del nuovo titolo di Kaleidoscope, ultimo attesissimo album ep dei Coldplay che uscirà il 14 luglio. Il brano, scritto e co-prodotto da Brian Eno (un nome una garanzia) è stato pensato – unicamente – per dare supporto alla causa dei migranti. Si chiama Aliens e racconta la storia di una famiglia in fuga dalla guerra. Il gruppo di pop-rock inglese ha annunciato via Twitter che i ricavi saranno interamente devoluti a un’associazione coinvolta nei salvataggi dei migranti nel Mediterraneo, la Migrant offshore aid station (MOAS), un ente privato maltese.

Il videoclip della canzone dei Coldplay, visibile su Youtube è un film d’animazione diretto da Ben Jones, e racconta di una famiglia in fuga da bombardamenti a ripetizione e lo stress dei componenti di questa famiglia “colorata” nel lasciare il pianeta su cui ha vissuto.

I Coldplay sono impegnati da sempre nel supporto di enti benefici, tanto più che le loro canzoni spesso trasmettono messaggio di fratellanza e di amore. Nelle settimane scorse, dopo il concerto a San Siro, Chris Martin, aveva deciso di fare visita ai bambini dell’ospedale pediatrico De Marchi cantando per loro alcune delle sue più celebri canzoni. E nel 2010 – ad esempio – i Coldplay avevano organizzato due concerti a favore di un’associazione di sostegno ai senzatetto in Inghilterra. Certo, se il cerchio della solidarietà si chiudesse con un bel messaggio contro l’ipocrisia di un’Europa solidale solo a parole, sarebbe meglio. E Chris Martin & co se lo potrebbero permettere, perchè come si diceva qualche decennio fa, la musica è politica, eccome se lo è.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .