Il Brad Pitt iracheno Karar Nushi ucciso e mutilato perché troppo occidentale

Era soprannominato il Brad Pitt iracheno e a qualcuno il suo modo di vivere non piaceva

Karar NushiIl cadavere torturato e mutilato del giovane attore e modello Karar Nushi è stato ritrovato lunedì 3 luglio in una delle strade principali e più trafficate della capitale irachena Baghdad.  Poche ore prima i famigliari ne avevano denunciato la scomparsa alle autorità. Il ragazzo da tempo era al centro di minacce di morte a causa dei suoi atteggiamenti omosessuali e per le sue troppe frequentazioni femminili. Il suo stile di vita occidentale, i suoi lunghi capelli biondi, la passione per l’arte e la recitazione gli erano valsi il soprannome di Brad Pitt iracheno ma anche molte attenzioni da parte delle persone più bigotte e quindi pericolose dello stato mediorientale.

Ancora nessun dettaglio è trapelato su chi possano essere stati i colpevoli o sulle motivazioni di un omicidio così brutale. Le autorità stanno indagando ma proprio le stesse milizie sciite sono state accusate in passato e più volte di aver commesso una serie di omicidi a causa dello stile di vita delle vittime. Dietro alle minacce di morte scritte sulla pagina Facebook di Karar Nushi si nascondevano gruppi anonimi di fondamentalisti.

Karar Nushi però non si era mai fatto intimidire da queste minacce e aveva sempre sfoggiato la sua fluente chioma bionda e i suoi vestiti, ritenuti eccentrici, in pubblico, come all’Istituto di Belle Arti di Baghdad al quale era iscritto. Anzi nelle ultime settimane aveva preso parte a una commedia presso il teatro di Najah e Baghdad e aveva partecipato a un concorso di bellezza

Non si è mai nascosto, non è mai cambiato, non ha mai avuto paura e per questo è stato punito. Purtroppo Karar Nushi è nato nel posto sbagliato, in un paese in cui nel 2017 si viene ancora uccisi per essere semplicemente diversi, o meglio, per essere se stessi. Talvolta ce ne dimentichiamo, ma non tutto il mondo è arrivato ai grandi successi in merito a libertà di espressione di cui godiamo noi tutti.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .