Olivia de Havilland ha festeggiato 101 anni facendo causa

La centenaria attrice di Via col Vento non ha gradito il suo ritratto in Feud

Olivia de Havilland Olivia de Havilland . Chi la conosce bene dice che è ancora più in gamba che mai, eppure il primo luglio scorso sulla sua torta c’erano ben 101 candeline da spegnere. Olivia de Havilland, l’indimenticabile (e sciapa) Melanie di Via col Vento, è forse la donna più invidiata del mondo. I dottori dovrebbero studiarla, forse dal suo sudore si può ottenere l’elisir dell’eterna giovinezza. L’ultima diva rimasta, dopo la morte di Lauren Bacall un paio d’anni fa e quella della sorella, Joan Fontaine (lei arrivata ad appena 96 anni), insieme all’unico divo, Kirk Douglas, 101 anche per lui a dicembre prossimo, non si fa mettere i piedi in testa da nessuno e mentre chiunque avrebbe portato la nonnina al ristorante per una zuppa e una fettina di ciambellone, i suoi parenti e collaboratori l’hanno portata in tribunale dove ha fatto causa ai produttori della serie tv Feud: la storia di Bette e Joan, al network FX che l’ha mandata in onda e all’autore della serie, Ryan Murphy.

Spieghiamo cosa non le è andato giù. Feud racconta l’eterno rapporto conflittuale tra le due dive Bette Davis e Joan Crawford. Olivia de Havilland era una amica stretta della Davis e compare anche lei nella serie tv (interpretata da Catherine Zeta Jones). Olivia de Havilland è anche l’unica fra tutti i presenti su schermo ad essere ancora viva.

Perciò appena uscì la serie tutti corsero a chiedere a Olivia de Havilland cosa ne pensasse. Se era accurata, fedele, ben fatta insomma. Ma lei placò gli animi, rispondendo placidamente che “non aveva ancora avuto modo di vederla”. Il ritratto che ne viene fuori in Feud è abbastanza aderente a quello che ci siamo sempre fatti di lei, una donna forte, indipendente e lontana dal mondo di Hollywood, dai lustrini, i gossip e le dicerie (anche se con Joan, l’odiatissima sorella alla quale non ha rivolto la parola per più di 70 anni, e viceversa, gliene deve aver dette di tutti i colori). Niente di male quindi, nessuna offesa.

E invece Olivia de Havilland se l’è presa, sostenendo che “non le è stato chiesto il permesso di usare il suo nome e la sua immagine all’interno del programma tv”. Ahia, possibile che non gliel’abbiano chiesto? Forse sono andati così sicuri che neanche ci hanno pensato, tanto sono tutti morti in questa serie. Peccato (pardon, per fortuna!) che lei invece rimane ancora saldamente in vita! Ed è pure inferocita.

Un errore grossolano che adesso molto probabilmente dovranno pagare caro. Questo pone fine alla speranza di vedere una seconda stagione incentrata sulla lotta proprio tra Olivia de Havilland e la sorella Joan, ma di sicuro stuzzica per una stagione dove al centro potrebbe esserci il duello Feud e i legali della de Havilland.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .