Al Capone al cinema, un nuovo film con Tom Hardy

Il poliedrico attore inglese interpreterà il gangster italo americano più famoso di sempre

Al CaponeNon sarà un compito facile quello in cui si è cacciato Tom Hardy, interpretare un personaggio discutibile come Al Capone. Non tanto perché è stato un criminale che ha ucciso, rubato e terrorizzato l’America della prima metà del 900, contribuendo a rovinare e stereotipare una certa idea degli italiani, ma in quanto dovrà vedersela con un pesante precedente, l’ Al Capone di Robert De Niro nell’immenso Gli Intoccabili del 1987.

Hardy ci calerà in questa impresa nel film dal titolo Fonzo in uscita nel 2018, un progetto che giunge finalmente alla produzione vera e propria dopo che un primo progetto simile dal titolo Cicero era stato cancellato e coinvolgeva lo stesso gruppo, Hardy come Al Capone e il regista Josh Trank (Il flop I fantastici 4). L’idea dietro Fonzo è molto interessante. Se ne Gli Intoccabili vedevamo un Al Capone in piena forma, attivo e con alle calcagna Ness, qui ne vediamo la fine.

La particolarità del lungometraggio, che Trank ha scritto di persona, sta nel concentrarsi sul boss dopo la sua uscita di prigione nel 1947, pochi mesi prima della sua morte prematura, avvenuta per l’aggravarsi di una sifilide non curata per tempo. Nell’ultimo periodo Al Capone, ormai estromesso dall’impero che aveva creato, soffrì dei danni cerebrali dovuti alla malattia, finendo per interagire con i fantasmi del passato, in preda alle allucinazioni, sempre protetto da sua moglie Mae.

Non più il terribile gangster spietato ma un uomo finito, stanco, malato, che deve farsi aiutare dalla moglie. Non vediamo l’ora di scoprire come lo interpreterà Hardy, già in passato capace di stupirci in ruoli come il galeotto Bronson, il nuovo Max Rockatansky in Mad Max o come Bane in Il cavagliere oscuro Il ritorno. A breve inoltre lo vedremo in Dunkirk diretto da Christopher Nolan ma sarà ancora in un cinefumetto dal titolo Venom, l’arcinemico di Spider Man.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .