Ostkreuz , da Berlino Est al mondo

A Roma una mostra dell’agenzia fotografica più importante della Germania

OstkreuzPrimavera del 1990, le macerie del Muro di Berlino sono ancora “fumanti”, la Germania è ancora ufficialmente divisa e nessuno sa cosa porteranno i mesi e gli anni a venire. E’ in questo momento transitorio,  esaltante ma delicatissimo che un gruppo di  fotografi della Germania orientale fonda a Parigi Ostkreuz , un collettivo direttamente ispirato all’agenzia Magnum. Sibylle Bergemann, Harald Hauswald, Ute Mahler, Werner Mahler si ritrovano per caso allo stesso tavolino di un bar parigino, chiamati a partecipare ad una mostra voluta dal presidente Mitterand sugli artisti della Germania Est. Oggi, oltre un quarto di secolo dopo Ostkreuz è considerata l’agenzia fotografica più rinomata della Germania. Una mostra del 25ennale, che ha già toccato importanti tappe in Europa, apre al Museo di Roma in Trastevere e al Goethe Institut di Roma. La mostra, che è parte del circuito del festival Foto Leggendo è una retrospettiva sull’intero lavoro dell’agenzia berlinese.

LA FONDAZIONE

Per anni i fotografi di Berlino Est avevano intrattenuto amicizie transfrontaliere con alcuni membri della Magnum Photos. Quando decisero di fondare la propria agenzia pensarono che insieme avrebbero potuto “coprire” tutto ciò che li circondava, creando un nuovo sistema, un cambiamento di estetica e soprattutto tante immagini. Chiamarono la loro agenzia Ostkreuz, come una stazione ferroviaria pendolare che collega Berlino Est con tutta la città, spingendosi da oriente in tutte le direzioni. Era anche la loro intenzione, e grazie alla loro prospettiva e determinazione, le riviste internazionali presto cominciarono a inviarli in tutto il mondo.

IL PRESENTE DI OSTKREUZ

Come già detto, l’agenzia è oggi considerata il collettivo di fotografi più rinomato della Germania. Dei suoi venti membri, ciascuno con la sua mentalità fotografica e il proprio stile, la metà sono donne, alcuni provengono dall’Occidente, altri dall’Oriente perché a Ostkreuz non si guarda né il sesso né l’origine. Le loro foto sono state esposte in mostre e riviste in tutto il mondo. Allo stesso tempo, Ostkreuz è diventato un importante forum per la fotografia, producendo mostre su tematiche sociali e temi caldi e facilitando il dibattito sul futuro della fotografia.

LA MOSTRA DI OSTKREUZ

La mostra, che ha debuttato due anni fa in occasione di del festival Paris Photo, presenta innanzitutto la grande varietà della produzione del collettivo. Un punto di partenza è l’esplorazione dell’agenzia Ostkreuz della sua città, Berlino, i cui cambiamenti e paradossi sono stati osservati nel corso di 25 anni. Le immagini di evacuazioni forzate di case occupate a Berlino Est dopo la caduta del muro sono contrapposte agli scorci delle residenze patrizie contemporanee dell’Ovest, mentre le Polaroid di un momento in cui la città si reinventò si confrontano coi luoghi in cui il fantasma della polizia segreta tedesca orientale sembra ancora aleggiare.

Eppure la mostra di Ostkreuz rimarca anche la prospettiva individuale dei fotografi su ciò che sono chiamati a ritrarre: dai rapporti sulla cultura giovanile o sulla Corte internazionale di giustizia, a studi a lungo termine sugli eventi storici contemporanei.

La mostra di Ostkreuz presenta anche immagini che sembrano non essere create in nessun luogo, astrazioni che rendono impossibile individuare una posizione, come ad esempio i ritratti familiari, archetipi che potrebbero essere stati estratti da qualsiasi album privato, o oggetti il ​​cui mistero rimane irrisolto anche dopo essere stati catturati nella fotografia.

SCHEDA DELLA MOSTRA

Info

 

Quando: Dal 24 giugno al 17 settembre 2017

Dove: Museo di Roma in Trastevere, Piazza S. Egidio 1/b Roma

Orari d’apertura: da martedì a domenica ore 10.00 – 20.00 (la biglietteria chiude alle ore 19.00), informazioni e prenotazioni 060608

Foyer del Goethe-Institut, Via Savoia 15 – 00198 Roma

Orari d’apertura: lun 14–19 | mar mer gio ven 9–19 | sab 9–13 (chiusura estiva: dal 31.7 al 28.8.2017)


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .