Demetrio Stratos , Milano consacra oggi la sua straordinaria voce

Demetrio StratosIl 13 giugno di 38 anni fa moriva a New York Demetrio Stratos. La voce più straordinaria che la musica progressive (e non solo) abbia avuto, si spegneva per leucemia a soli 34 anni. Il giorno dopo, il 14 giugno del 1979, all’Arena si sarebbe dovuto tenere un concerto per raccogliere fondi per le cure. Non ci fu tempo, ma il concerto si tenne lo stesso, come omaggio da parte di tanti colleghi a quel genio dell’universo musicale scomparso troppo presto, ma non prima d’aver insegnato al mondo le potenzialità incredibili della voce umana.

Tra coloro che in quella mesta serata milanese di metà giugno resero omaggio a Demetrio Stratos  davanti a un pubblico di 70mila persone, alcuni li ritroveremo stasera (dalle ore 20) allo spazio Arianteo a CityLife. Un concerto-evento come momento culminante di una giornata che vedrà l’intitolazione, da parte del Comune di Milano della la via più lunga del Parco CityLife a Demetrio Stratos. Si tratta della strada che si snoda nel nuovo quartiere tra piazza Sei Febbraio e viale Eginardo. Alla cerimonia di intitolazione (ore 19) nei pressi di piazza Elsa Morante, interverranno i familiari del musicista, che era greco (ma nato ad Alessandria d’Egitto) e milanese d’adozione.

Ci saranno anche i rappresentanti dell’Amministrazione comunale, che su proposta del consiglio comunale hanno promosso l’intitolazione a Demetrio Stratos, che per la cronaca, sempre a CityLife, vedrà prossimamente l’intitolazione di una via all’architetto Anna Castelli Ferrieri (tra viale Boezio e piazza Tre Torri) e una alla scrittrice Anna Maria Ortese (tra piazza Tre Torri e largo Domodossola).

E passiamo alla serata per Demetrio Stratos  che sarà presentata da Claudio Agostoni di Radio Popolare (che trasmetterà l’evento in diretta). Ci saranno, e non poteva essere diversamente, i compagni di viaggio degli “Area” (Patrizio Fariselli, Ares Tavolazzi, Paolo Tofani); il gruppo che Demetrio Stratos fondò nel 1972 e che lascerà nel 1978, per approfondire da solista le sue ardite sperimentazioni sulla voce. Sul palco anche Eugenio Finardi, Ricky Gianco, Carlo Boccadoro, Ida Marinelli, Mauro Pagani, Gianni Emilio Simonetti, Luciano D’Onofrio, Silvia Lelli e Roberto Masotti, Gaetano Liguori, Antonio Oleari, Enrico Merlin, Giorgio Fico Piazza & Band, Pino Scotto, Valerio Scrignoli e Fabio Treves.

E’ prevista invece alle 21.45, la proiezione del film/documentarioLa voce di Stratos” di Luciano D’Onofrio e Monica Affatato che scandaglia la figure di sperimentatore di Demetrio Stratos, uomo dalla voce incredibile, non solo capace di emettere contemporaneamente sino a quattro suoni diversi, ma anche di  raggiungere vette “inumane”, basti pensare che la sua voce raggiungeva i 7000 Hz, ma il massimo raggiungibile da un essere umano si fermerebbe attorno ai 1040 Hz. Nel film la figura dell’artista emerge anche nel contesto del suo tempo, nella Milano delle contestazioni e della “musica ribelle”. Non era ancora la “Milano da bere”, quella sarebbe arrivata subito dopo, ma Demetrio non fece in tempo a vederla.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .