Primo Reggiani, la passione del calcio e della Roma

 

E’ riuscito a portare al cinema la sua più grande passione, il calcio e soprattutto la Roma , così Primo Reggiani,  33 anni, ( faccia da ragazzino) con già 40 titoli fra cinema e tv al suo attivo interpreta praticamente se stesso in Ovunque tu sarai una commedia divertente di Roberto Capucci, nelle sale dal 6 Aprile, Con Ricky Menphis, Francesco Montanari e Francesco Apolloni che racconta il viaggio di quattro amici a Madrid, per seguire la loro squadra in una partita importante di Champions League, un road movie esilarante dove la partita diventa un pretesto per i quattro amici per crescere, per conoscersi meglio.

Una delle sue passioni più sfegatate è il calcio e la Roma.

«Infatti  girare Ovunque tu sarai , è stato per me come un sogno. Ho potuto recitare la mia passione senza nessun problema,  anche perché  era condivisa con tutto il cast, soprattutto con  Ricky Menphis che la vive “drammaticamente” come e con il regista Roberto Capucci. Tutti i cimeli della Roma visti nel film sono proprio suoi! Non avrei potuto chiedere di meglio.» 

Una passione verace da curva o più da tribuna?

«Scherziamo? Veracissima! 13 anni di abbonamento in curva. E’ una dimensione che non si può capire. Alla fine ci si conosce tutti, si canta, ci si sfoga, si diventa come una famiglia. Però da quando hanno messo le barriere davanti alla curva  sono stato costretto ad andare in tribuna,  e purtroppo non è più la stessa cosa.»

Ha altre passioni così intense?

«Oltre alla recitazione e al calcio? Diciamo il cibo. Sono single, mi piace cucinare per me e il mio cane. E mischio le mie origini, toscana di padre e pugliese da parte di madre ( Aldo Reggiani e Caterina Costantini) e mie romane.»

Il 27 Aprile esce nelle sale La ragazza dei miei sogni di Saverio Di Biagio, che è stato presentato in anteprima al Bif&st, Festival Internazionale del cinema di Bari (dal 22 al 29 Aprile).

«Sono molto contento di essere presente in un festival così importante , che quest’anno poi è dedicato a  Vittorio Gassman con tutto il cast: Nicolas Vaporidis, Chiara Gensini, Miriam Giovannelli e Marco Rossetti.  Il film è ambientato in Puglia e racconta una storia misteriosa , quasi fantasy, di un amore contrastato  e senza tempo in un ambiente dove nulla è come sembra.»

Cosa voleva fare  da piccolo? (anche se ha iniziato a fare l’attore a 13 anni)

«Chiaramente c’è stata la fase calciatore, poi pilota, ma ad un certo punto avrei voluto fare il portiere d’albergo, quello che da le chiavi, che vede un sacco di gente , che consiglia,  qualcosa  che ha in sé il mestiere dell’attore,no?»


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .